Menopausa, ecco tutti i disturbi iniziali

donna inizio menopausa

Qui trovi un elenco ragionato dei disturbi dei primi anni di menopausa e di come lentamente possono scomparire oppure diventare più severi.

L’inizio della menopausa è comunemente identificato con l’arrivo delle famigerate vampate di calore, in realtà, però, sono diversi i disturbi che possono accompagnare la fine dell’età fertile, ciascuno con manifestazioni, frequenza e intensità variabili da soggetto a soggetto. Prima di passarli in rassegna è bene precisare che non è detto che per tutte le donne questo passaggio si manifesti allo stesso modo perché ogni donna è diversa e quindi ogni menopausa è diversa.

Esistono almeno 10 segnali evidenti che annunciano la menopausa e che a un certo punto della vita non lasciano dubbi sul fatto che questa delicata fase di transizione sia alle porte.

Se hai iniziato a notare sul tuo corpo i primi segnali del cambiamento, il cui tratto più tipico è senza dubbio l’irregolarità mestruale, leggi questo articolo in cui abbiamo stilato per te un elenco ragionato dei principali disturbi che possono accompagnare i primi anni di menopausa.

Disturbi della menopausa: possono migliorare o peggiorare con il tempo?

La gran parte dei disagi e dei fastidi è destinata a scomparire con il tempo e in più, non è detto che tutte le donne li avvertano con la stessa intensità. Alcune donne – ad esempio – trovano infatti molto fastidiose le vampate di calore, altre per nulla e ne avvertono poche e sporadicamente. Per alcune donne queste manifestazioni durano solo qualche mese, per altre perdurano per anni.

Generalmente tutti i disturbi correlati alla menopausa sono passeggeri e assolutamente normali, quindi non patologici. Questo non vuol dire che tu debba sopportarli senza fare nulla. Puoi rivolgerti a un ginecologo di fiducia, possibilmente esperto in menopausa, e studiare con lui un trattamento personalizzato. Ad esempio puoi provare un integratore 100% di origine vegetale come Femal già dai primi disturbi, indicato per i 5 disturbi piùfastidiosi della menopausa.

È sempre importate fare controlli ed esami per assicurarti che tutto proceda naturalmente e per scongiurare altre piccole problematiche molto comuni in menopausa: alcuni fastidi potrebbero peggiorare: i disturbi intimi, ad esempio, che oltre a creare imbarazzo (e questo porta spesso anche a mantenere il silenzio su di essi, sbagliando!) possono peggiorare negli anni.

In ogni caso molto (o tutto) dipende da te, da come ti prenderai cura della tua salute e del tuo benessere in questo momento particolare. La menopausa non è una malattia ma un evento fisiologico della vita di ogni donna ma è bene viverla in modo responsabile.

Questo vuol dire che non devi subirla ma prestare attenzione e ascolto al tuo corpo e fare in modo di affrontare la menopausa serenamente sin dai primi segnali.

Tutti i disturbi della menopausa tipici

  • Vampate di calore: descrivono quella sensazione di caldo improvviso con vampe che solitamente prendono collo e volto, spesso provocando sudorazione.
  • Sudorazioni notturne: si tratta di una vampata tout-cours ma avviene di notte ed è spesso più intensa e provoca intense sudorazioni tanto che possono anche costringerti ad alzarti dal letto e cambiare pigiama e lenzuola.
  • Gonfiore e tendenza a prendere peso: il rallentamento del metabolismo è normale e, specialmente per chi ha combattuto con la bilancia per tutta la vita, potrebbe trasformarsi in un problema in più. A poco servirà continuare con la stessa dieta di prima. Servirà un nuovo approccio e un nuovo stile alimentare e di vita.
  • Disturbi del sonno: diventare “grandi” significa anche avere bisogno di meno ore di sonno per completare il riposo. Se un bambino ha bisogno di dormire 8-10 ore per notte, un adulto dopo i 45 anni può considerare sufficienti 5-6 ore. Quindi è normale dormire meno. Quel che potrebbe non essere normale e diventare un “problema da risolvere” sono i disturbi che interrompono il riposo notturno. Spesso sono le sudorazioni delle quali abbiamo già parlato, ma altre volte con l’approssimarsi della menopausa si registra una generalizzata difficoltà a prendere sonno o a ri-prendere sonno se per caso di notte ci si sveglia per altri motivi. A volte è l’ansia che può aumentare con l’umore ballerino tipico di questo periodo, altre volte le preoccupazioni, ma più spesso è solo uno scombussolamento ormonale che porta a una situazione di malessere generalizzato che puoi però contrastare efficacemente con un integratore come Femal.
  • Sbalzi d’umore: li abbiamo appena citati. È così: un momento su, il momento dopo giù. Più o meno come quando ti stava per tornare il ciclo e in effetti la situazione ormonale della perimenopausa è molto simile a una sindrome premestruale. Cerca di fare esercizi di equilibrio interiore, fatti aiutare da uno specialista se necessario senza vergogna né remore, pratica attività sportiva che aiuta tanto e cerca di fare cose che ami fare. Passerà anche questo: c’è luce in fondo al tunnel!
  • Secchezza della pelle e delle mucose: una delle note più dolenti della menopausa e della perimenopausa sono i disturbi intimi che interessano la maggior parte delle donne. Anche qui si tratta di una manifestazione assolutamente fisiologica e normale: la pelle appare più secca (quindi scegli una crema adatta alla tua età e saponi delicati), così anche le mucose lo possono diventare…. E la vulva è una mucosa! La secchezza vaginale può essere efficacemente risolta ma evita il fai-da-te e parlane sinceramente con il tuo ginecologo. Non è detto che tu debba resistere a pruriti e bruciori o evitare il sesso.

I disturbi principali della menopausa e cosa puoi fare

Vampate di calore e sudorazioni notturne

Se l’irregolarità del ciclo mestruale è il primo segnale in ordine di tempo del fatto che i livelli di ormoni iniziano a modificarsi in vista del lento e graduale processo che porterà alla scomparsa definitiva delle mestruazioni, le vampate di calore rappresentano il disturbo più inequivocabile in questo senso, ma anche il più noto e riconoscibile. L’improvvisa sensazione di “avvampare” è dovuta alla carenza di estrogeni, la cui ridotta produzione può avere effetti anche sui meccanismi di controllo della temperatura corporea. Così potrebbe capitarti di avvertire all’improvviso un gran caldo anche in pieno inverno e sentire il bisogno di spalancare le finestre e scoprirti dagli indumenti che indossi pure se fuori nevica.

Questi attacchi improvvisi di caldo, che possono arrecare disagio quando avvengono in presenza di altre persone, hanno il loro corrispettivo di notte nelle sudorazioni notturne. Spesso queste sono anche causa di disturbi del sonno perché possono interrompere bruscamente il tuo riposo e costringerti ad alzarti per rinfrescarti.

Gonfiore e tendenza a prendere peso

La sensazione di gonfiore che probabilmente sei sempre stata abituata a conoscere ogni mese prima dell’arrivo delle mestruazioni, da qualche tempo potrebbe acuirsi: si tratta di uno dei disturbi più comuni della perimenopausa, la fase in cui i “sintomi” sono più severi e si fanno sentire con maggiore intensità.  La “colpa” anche questa volta è delle alterazioni dei livelli ormonali.

La differenza sta nel fatto che adesso – se già l’irregolarità mestruale si è fatta marcata e non più soltanto sporadica – il gonfiore potrebbe aumentare e soprattutto tendere a non svanire più, neanche se a tavola tagli le calorie. Questo può accadere perché gli squilibri ormonali aumentano la ritenzione idrica e in più la carenza di estrogeni favorisce l’accumulo di adipe sul girovita.

A ciò si devono aggiungere il fisiologico rallentamento del metabolismo e l’altrettanto fisiologica riduzione della massa muscolare (a vantaggio di quella grassa), che favoriscono l’aumento di peso.

 Disturbi del sonno

Questo potrebbe essere uno dei segnali meno immediati del fatto che sei arrivata alla menopausa vera e propria, perché qualche episodio di sonno disturbato o insonnia può capitare a chiunque una volta nella vita e spesso viene etichettato velocemente come “eccessivo stress”.

La menopausa ti affatica?

Scopri Femal, efficacia senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro i principali disturbi della perimenopausa.

Prova Femal adesso

La diminuita produzione di estrogeni, invece, può influenzare anche il regolare ritmo sonno/veglia e per questo motivo il calo ormonale potrebbe portare con sé disturbi del sonno. A questi potrebbero concorrere anche ansie e preoccupazioni che in questa delicata fase della tua vita potrebbero manifestarsi in modo più accentuato.

Nei casi più severi i disturbi del sonno possono risultare particolarmente difficili da gestire perché a lungo andare la mancanza di un adeguato riposo notturno può compromettere la capacità di svolgere le normali attività quotidiane e influire parecchio sulla qualità di vita.

Sbalzi d’umore

Sono un altro disturbo tipico della menopausa e sono dovuti alle fluttuazioni dei livelli di estrogeni e progesterone. Così in certe giornate sembra che gli ormoni si divertano a giocare con il tuo umore facendoti andare dalle risate alle lacrime, dall’euforia alla tristezza, passando per l’irritabilità. Questi repentini cambiamenti d’animo potrebbero rendere difficili i rapporti con i tuoi cari ma la buona notizia è che, quando sarà passata la “burrasca” ormonale, anche l’altalena delle emozioni si fermerà. Manifestazioni particolarmente intense, invece, potrebbero rendere necessario chiedere un sostegno psicologico e non esitare se dovesse accadere, un appuntamento da uno specialista è importante per te stessa così come qualunque altro controllo medico.

Secchezza della pelle e delle mucose

La secchezza è una delle più comuni conseguenze del calo dei livelli di estrogeni. Interessa l’organismo nella sua totalità: pelle del viso e del corpo e mucose (comprese quelle intime). Per questo motivo, spesso questo disturbo della menopausa porta con sé imbarazzo, tanto che se ne parla ancora poco rispetto all’abusato cliché della comparsa di rughe più marcate  o della disidratazione della pelle di braccia e gambe.

La secchezza intima, invece, non è una problematica che va taciuta ma, anzi, affrontata con il ginecologo. C’è molto che si può fare per trattarla e attenuare i fastidi che può portare con sé ma è fondamentale diagnosticarla. Per 1 donna su 2 dopo i 50 anni, infatti, la secchezza vaginale è il sintomo di un disturbo progressivo per la quale la diagnosi precoce è fondamentale: l’Atrofia Vulvo Vaginale.

Avverti sul tuo corpo i segnali inequivocabili della menopausa? Prova l’aiuto di un integratore naturale

Corretta alimentazione, attività fisica e stile di vita sano potrebbero non bastare per prepararsi al meglio alla menopausa, una fase che potrebbe richiedere all’organismo uno sforzo importante. Per questo motivo, quando i principali disturbi si fanno sentire prova l’aiuto di un integratore naturale come Femal.

Femal è un prodotto naturale (non è un farmaco) a base di estratto purificato di polline ed è efficace nel contribuire ad alleviare 5 tra i disturbi più fastidiosi della menopausa che abbiamo appena elencato:

Femal ti garantisce un’efficacia naturale perché la sua formulazione è al 100% di origine vegetale ed è privo di estrogeni e fitoestrogeni. Per questo motivo è adatto anche a chi segue un’alimentazione vegana o vegetariana.

Femal può essere assunto sin dai primi sintomi della perimenopausa perché è indicato per un uso prolungato nel tempo. Con un indice di tollerabilità elevato (98%) è adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline, perché non ne contiene gli allergeni.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Ti potrebbe anche interessare:

Menopausa

Spotting ovulatorio, cos’è?

Le piccole perdite tra una mestruazione e l’altra possono essere più comuni durante i giorni dell’ovulazione e, anche se sembra strano, questo fenomeno può risultare frequente nel periodo che precede la menopausa. Ecco da cosa può dipendere e cosa si può fare.

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec