Che faccia ha la menopausa? (Perché mica li dimostri…)

3 Aprile 2018
MENOPAUSA
consigli di bellezza in menopausa

Quando dichiari la tua età è tutto un: “Ma non li dimostri mica”, “Ma stai benissimo”. La verità è che non esiste una faccia da 50enni e non ci è dato neppure di sapere se il ciclo ci assisterà ancora oppure se la fine della vita fertile riverserà sulle nostre vite la sua pletora di disturbi. In ogni caso: ecco come mantenere un viso e un corpo tonici, alla faccia del climaterio.

Durante la menopausa e nel periodo che la precede, il corpo di una donna subisce tutta una serie di mutamenti interni che spesso si riflettono sull’aspetto esteriore, creando comprensibili turbamenti. Diciamo la verità, a causa di diversi fattori combinati, in menopausa si cambia, e anche tanto, e perdere il proprio aspetto giovanile può essere un vero trauma in una società in cui l’apparenza ha così tanta importanza.

Ma perché avviene questo inesorabile e piuttosto brusco “calo” (se di calo possiamo parlare)?

La menopausa è legata a cambiamenti ormonali e gli ormoni controllano tutto il nostro corpo in sinergia. Questo vuol dire che i cambiamenti in una sola parte del nostro corpo interessano altre parti dello stesso corpo, dunque cambiamenti nei livelli di un solo ormone influenzano anche i livelli di tutti gli altri ormoni. Sembra un gioco di parole, ma in realtà è il gioco degli equilibri che reggono la vita stessa.

Ognuna ha la sua premenopausa

Prima della menopausa, dunque, questo sistema ormonale è in genere in equilibrio, o meglio, in quell’equilibrio al quale siamo abituate. Proprio nel momento che precede la menopausa, la cosiddetta premenopausa, questa nostra “normalità” si rompe.

Sono quei primi cambiamenti dei livelli di estrogeni e progesterone – e nel rapporto tra questi ormoni – a provocare “il tilt”.

Come sempre ogni donna è unica e infatti l’intensità, la durata e il grado di fastidio generato da questi disturbi è soggettivo e personale. Ognuna ha la sua premenopausa.

Come gli ormoni influenzano l’aspetto esteriore?

Ma in che modo gli ormoni influenzano l’aspetto esteriore, esattamente? Diversi ormoni hanno un impatto diverso sul processo che porta alla menopausa.

L’aspetto giovane della pelle, ad esempio, è dato da una sostanza chiamata collagene. Quando si è giovani la pelle è costituita da circa il 75% di collagene, che contribuisce a mantenere la pelle idratata e tonica. Il collagene è anche la componente principale dei capelli, infatti ogni bulbo capillare è circondato da una guaina di collagene che contribuisce a rendere la chioma folta e vigorosa.

A partire dall’età di 30 anni, si assiste ad una perdita di collagene pari all’1% ogni anno e tale perdita diventa più marcata nei primi due anni successivi alla menopausa. Ecco perché pelle e capelli perdono, nel tempo, la loro struttura originaria. Secondo gli studi, gli estrogeni giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento dei livelli di collagene nell’organismo. Una diminuzione dei livelli di estrogeni, dunque, comporta inevitabilmente una riduzione di collagene.

Il progesterone, invece, non sembra avere un effetto diretto su pelle e capelli, ma modifica in modo indiretto il loro aspetto. Il progesterone, infatti, garantisce che gli estrogeni vengano ricevuti e utilizzati dalle cellule della pelle e dei capelli. Il progesterone, in altre parole, aiuta a rendere i recettori degli estrogeni più sensibili. I bassi livelli di progesterone che caratterizzano la menopausa diminuiscono la sensibilità dei recettori estrogeni della pelle e dei capelli, riducendo così il livello di estrogeni in quelle cellule.

Anche il testosterone (sì, anche le donne producono testosterone!) gioca un ruolo durante la menopausa. Anche se il livello di testosterone nel corpo durante la menopausa non diminuisce tanto quanto il livello di estrogeni, la sua diminuzione cambia il rapporto tra testosterone ed estrogeni.. Questo rapporto alterato tra estrogeni e testosterone è la causa principale della perdita di capelli che spesso si accompagna alla menopausa. Esiste, infatti, una forma di testosterone che degrada le cellule dei capelli, che viene però tenuto sotto controllo prima della premenopausa da livelli più alti di estrogeni. Un altro effetto di questo mutato rapporto tra ormoni è la comparsa dell’acne, perché il testosterone è legato alla produzione di sebo.

Gli ormoni tiroidei sono anch’essi responsabili dei cambiamenti esteriori che si registrano durante la menopausa. Il 26% delle donne in menopausa, infatti, soffre di ipotiroidismo, una patologia in cui i livelli degli ormoni tiroidei sono insufficienti per gestire in modo efficiente il metabolismo. Il metabolismo rallenta, riducendo la sudorazione, il che porta a una conseguente disidratazione della pelle, che diventa secca e fragile, con una marcata presenza di rughe e rilassamento cutaneo. L’ipotiroidismo causa anche la caduta dei capelli e inevitabili problemi di peso.

Infine, il cortisolo, l’ormone dello stress, i cui livelli sono più alti durante la menopausa rispetto a prima, perché i sintomi fisici, mentali ed emotivi che caratterizzano la menopausa si traducono in livelli più elevati di stress per la maggior parte delle donne, innesca processi di infiammazione che portano anch’essi a rilassamento e secchezza cutanei e ad un indebolimento dei follicoli piliferi. L’insulina, l’ormone prodotto e rilasciato dal corpo quando si mangia, è anch’essa associata al deterioramento fisico di pelle e capelli, poiché quasi tutte le donne in menopausa iniziano a soffrire, ad un certo punto, di insulino-resistenza, con conseguenze anche sul peso.

7 consigli per essere più belle durante la menopausa

Senza lasciarsi prendere troppo dal panico, quello che bisogna fare è non lasciare che gli ormoni abbiano l’ultima parola, magari provando a seguire questi 7 consigli per essere e sentirsi al meglio durante la menopausa:

1) Prenditi cura della tua pelle

È importante, per tutti i motivi già elencati, mantenere la pelle sempre idratata con l’aiuto di creme e qualsiasi prodotto idratante attualmente disponibili in commercio, così come bere molta acqua durante il giorno, lontano dai pasti. Una buona crema può anche aiutarvi a tenervi lontano da problemi di acne, evitando anche di assumere troppi zuccheri, che sono legati all’insorgenza dell’acne.

2) Prenditi cura dei tuoi capelli

L’assottigliamento dei capelli e la perdita degli stessi sono effetti abbastanza noti e comuni della menopausa. La buona notizia è che gli attuali trattamenti in commercio che mirano a stimolare la ricrescita dei capelli funzionano meglio sulle donne che sugli uomini (questo perché il funzionamento degli ormoni è diverso, e quindi anche il processo di invecchiamento dei capelli). Dunque un buon trattamento può davvero aiutare, assieme all’assunzione di un multivitaminico e ad un regime alimentare sano. Anche in questo caso, è importante mantenere sempre i capelli idratati.

3) Prenditi cura del tuo sorriso

Una buona igiene orale è importante per le donne in menopausa esattamente come lo è per i bambini. Il processo di invecchiamento, associato alla perdita di estrogeni, infatti, può avere ripercussioni sulla salute delle gengive e sulla sensibilità dei denti. Spazzolare i denti e passare il filo interdentale quotidianamente, così come sottoporsi a regolari sedute di igiene orale dal proprio dentista sono tutte accortezze che possono aiutare a preservare la bellezza del sorriso. Anche i livelli di calcio e vitamina D sono importanti per prevenire la perdita ossea. Un buon integratore prescritto dal proprio medico può essere di grande supporto.

4) Fai regolare attività fisica

Una regolare attività fisica aiuta a mantenere il benessere generale, a qualsiasi età e ancora di più in menopausa. Camminare, salire le scale, andare in bicicletta, praticare nuoto o yoga aiutano a ridurre i sintomi legati alla menopausa, come vampate di calore e secchezza vaginale, ma migliorano anche la funzionalità cardiaca e polmonare.

5) Stai attenta al peso

La perdita muscolare, i cambiamenti negli ormoni e un metabolismo più lento sono tutte condizioni che possono essere legate alla menopausa. Al bando dunque la sedentarietà e braccia aperte ad una dieta sana ed equilibrata!

6) Dormi

I sintomi della menopausa possono interferire in maniera significativa con il sonno. Bisogna assicurarsi che il letto sia comodo e che la camera sia buia, fresca e silenziosa, essere più rigidi nel rispettare gli orari di veglia-sonno e evitare di consumare alcol e caffeina diverse ore prima di coricarsi. Mantenere orari regolari oltre che una ritualità dei momenti più importanti (preparazione al sonno, sveglia al mattino) è fondamentale. Anche fare il pieno di luce solare quotidiana stando all’aperto può contribuire a regolare l’orologio biologico.

7) Coccolati

Per apparire al meglio durante la menopausa e per sentirsi davvero al meglio, bisogna stare bene con se stesse. Passare il tempo con le persone più care, passeggiare, stare alla larga da situazioni stressanti e dedicarsi a passatempi ed attività che amiamo possono davvero fare la differenza nella gestione di questo delicato passaggio nella vita delle donne, con benefici effetti anche sull’aspetto esteriore.

Aiutati con i principi attivi naturali

Se la menopausa sta portando nella tua vita più cambiamenti di quelli che attendevi, se dormi male, sei nervosa, soffri per le vampate di calore anche di notte, se stai mettendo su qualche chiletto, nonostante la dieta, è il momento di agire mettendo da subito in pratica i 7 consigli che ti abbiamo dato in questo articolo e accelerando gli effetti positivi di una vita sana con l’estratto purificato di polline contenuto in Femal.

Basta una capsula al giorno per ritrovare il tuo ritmo normale senza i disagi della menopausa. Cosa aspetti?

SCOPRI FEMAL

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.