Caldane o vampate di calore: rimedi naturali

caldane

Le caldane o vampate di calore interessano la maggior parte delle donne prossime alla menopausa. Vediamo come avere sollievo con rimedi naturali.

Le vampate di calore sono un segnale tipico in perimenopausa e rappresentano una delle conseguenze più note e fastidiose degli squilibri ormonali caratteristici di questa fase. Si manifestano con una sensazione improvvisa di caldo intenso, specialmente sul viso, sul collo e al busto, accompagnata da sudorazione e rossore che possono essere entrambi intensi e per questo diventare imbarazzanti.

Possono manifestarsi sia di giorno che di notte con effetti fastidiosi e disagevoli che potrebbero compromettere la tua spontaneità e la tua socialità. Se hai superato i quaranta da un po’, molto probabilmente sai di cosa parliamo: sono i disturbi iniziali del grande cambiamento della menopausa.

La cosa estremamente positiva è che non devi preoccuparti e non è un segnale allarmante: le vampate possono essere normali e non segnalano situazioni patologiche o malattie. È però importante controllarle se sono fastidiose perché la tua quotidianità deve essere preservata e con essa il tuo benessere.

Perché è importante riferire al ginecologo delle tue vampate?

Innanzitutto, se hai vampate frequenti e particolarmente violente è importante riferirlo al ginecologo o al tuo medico. La medicina ha scoperto infatti una connessione importante fra l’ipertensione e la vampata , quindi potrebbe essere utile tenere d’occhio i valori della pressione per mantenerli a livelli normal.

Si tratta di una precauzione importante perché la menopausa non è una malattia – e l’abbiamo ripetuto più e più volte – ma implica il fatto che tu faccia più attenzione alla tua salute e al tuo corpo. Le attenzioni da porre sono poche, semplici ma importanti e te le raccontiamo qui.

Caldane o vampate di calore improvvise: qual è la causa?

All’origine degli episodi di caldo intenso e sudorazione, anche molto frequenti nel periodo che precede la scomparsa definitiva delle mestruazioni, ci sono le variazioni ormonali tipiche della perimenopausa, la fase nella quale iniziano a manifestarsi i cambiamenti del corpo che, poco alla volta, si prepara alla fine dell’età fertile.

Le alterazioni nella produzione di ormoni influenzano, infatti, il lavoro dell’ipotalamo, una regione del cervello che regola la temperatura corporea e che può risentire in particolare del calo dei livelli di estrogeni. Può accadere, così, che il cervello reagisca come se avvertisse un aumento della temperatura del corpo (che in realtà non si verifica) attivando una serie di meccanismi naturali preposti al raffreddamento e quindi:

  • i vasi sanguigni si dilatano per liberare il calore (da qui ha origine la vampata)
  • il calore si concentra in alcune zone del corpo e dà origine ai rossori temporanei che investono per lo più viso e petto
  • si avvia un’intensa attività delle ghiandole sudoripare 

Caldane in menopausa: quali possono essere gli effetti

Caldane diurne e sudorazioni notturne possono essere parecchio disagevoli perché quando si verificano con elevata frequenza e soprattutto con intensità, possono interferire con le tue normali attività quotidiane ma anche penalizzare la tua vita sociale.

La stessa cosa potrebbe accadere di notte: episodi di sudorazione violenti possono interrompere il tuo riposo e costringerti ad alzarti per rinfrescarti e cambiare la biancheria da notte. Potrebbe così accadere di avere un sonno disturbato perché le caldane ti svegliano, ma anche perché questi fenomeni potrebbero originare anche tachicardia e difficoltà a riprendere sonno.

Come puoi intuire, a lungo andare, questi disagi possono avere anche conseguenze psicologiche importanti come:

Caldane o vampate di calore improvvise, ecco cosa puoi fare

Se le caldane diventano un tormento è necessario parlarne con il ginecologo dal quale dovresti farti seguire periodicamente per tutto il periodo di transizione, ossia la perimenopausa.

Lo specialista non soltanto può aiutarti a gestire i fastidi tipici del periodo ma è soprattutto il tuo principale alleato per monitorare lo stato della tua salute e garantirti di vivere serenamente la menopausa.

In linea generale, invece, questi sono alcuni consigli pratici che puoi seguire per tenere sotto controllo gli episodi di sudorazione che tenderanno ad alleviarsi spontaneamente e molto quando, nella postmenopausa, l’organismo si adatterà al nuovo assetto ormonale:

  • Indossa solo biancheria intima in puro cotone, fresco e traspirante (evita le fibre sintetiche)
  • Anche nella stagione fredda, visto che potresti sentire l’irrefrenabile bisogno di alleggerirti pure se fuori si gela, vestiti “a strati” in modo da poterti sfilare di dosso qualche indumento in caso di vampate improvvise
  • Se soffri di episodi di sudorazione molto intensa, porta sempre con te in giro o in ufficio un kit di emergenza con l’occorrente per lavarti e cambiarti in modo da gestire questi momenti senza troppo disagio e imbarazzo
  • Presta attenzione alla temperatura della tua camera da letto: l’ambiente nel quale si riposa non deve essere troppo caldo (18-19 gradi sono sufficienti) – questa è una regola generale per tutti – e in più scegli biancheria per il letto e biancheria da notte per te in lino o in cotone (evita lenzuola di flanella, coperte troppo calde e pigiami eccessivamente pesanti)
  • Assicurati di avere sempre dell’acqua da bere in borsa e sul comodino quando vai a dormire la sera, evita acqua fredda e preferisci liquidi a temperatura ambiente. Occhio alla quantità di acqua che bevi durante il giorno: una corretta idratazione è fondamentale.

Caldane o vampate di calore, prova anche l’aiuto di un integratore naturale

La menopausa ti stressa?

Scopri Femal, efficacia senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro i principali disturbi della perimenopausa.

Prova Femal adesso

Se non ti piace l’idea di prendere farmaci (o altri farmaci!), c’è un integratore naturale e totalmente di origine vegetale che può aiutarti a superare questo momento grazie a un meccanismo semplice ed efficace.

L’estratto di polline purificato, senza isoflavoni di soia e del trifoglio rosso e senza ormoni, inibisce la ricaptazione della serotonina, il neurotrasmettitore che bilancia la “perdita” di estrogeni depotenziando la vampata di calore. Allo stesso tempo l’estratto di pollone è efficace nella gestionedelle sudorazioni notturne e di altri disturbi tipici della menopausa come insonnia, irritabilità e stanchezza.

Chiedi al tuo ginecologo un parere su Femal, l’aiuto naturale contro i disturbi della perimenopausa, che ti aiuta a vivere meglio già dalle prime fasi della menopausa. Le capsule di Femal possono essere assunte sin dai primi segnali della perimenopausa (basta 1 capsula al giorno) perché è adatto ad un uso prolungato nel tempo: il suo elevato indice di tollerabilità (98%) lo rende adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline. Per la sua composizione 100% di origine vegetale, inoltre, è idoneo anche per chi segue un’alimentazione vegetariana o vegana.

Combatti le caldane anche a tavola

Un regime nutrizionale sano ed equilibrato è importante a tutte le età ma lo è in modo specifico in vista della menopausa, quando l’organismo potrebbe aver bisogno di un supporto in più e per questo richiedere un’alimentazione specifica, calibrata sui nuovi fabbisogni nutrizionali.

È importante regolare lo stile alimentare dopo i 45 anni e i motivi sono molteplici:

  • Le variazioni ormonali potrebbero acuire la tendenza a prendere peso perché il metabolismo rallenta e quindi si spendono meno energie per fare le stesse cose. Inoltre, l’insonnia o il nervosismo potrebbero acuire la sensazione di fame e spingere a “fuoripasto consolatori” che non aiutano a mantenere un peso adeguato
  • Il calo di estrogeni potrebbe aumentare ritenzione idrica e gonfiori
  • Gli squilibri ormonali, in particolare il calo repentino dei livelli di estrogeni, potrebbero portare ad accumulo di adipe viscerale, che si manifesta a livello del girovita.
  • Colesterolo alto e ipertensione potrebbero essere un corollario scomodo di questo periodo di cambiamenti. Per questo motivo è ancora più importante controllarti e tenere un occhio vigile ai valori e alla tavola.

Si parla meno, invece, del fatto che un’alimentazione specifica ti aiuta a tenere sotto controllo le vampate di calore. Esistono, infatti, dei cibi che possono aiutarti a controllare le caldane e le sudorazioni notturne. Da soli non bastano, ma se già fai attività fisica e hai uno stile di vita sano, possono darti una mano importante.

Cibi ok contro le vampate

  • Cioccolato fondente un pezzettino al giorno per stimolare la produzione di serotonina
  • Semi oleosi (come zucca, lino, girasole) perché contengono triptofano, Omega3 e sali minerali
  • Frutta secca, ottima fonte di calcio del quale in questo periodo hai particolarmente bisogno per prevenire artrosi e osteoporosi e di magnesio, utile a favorire il rilassamento muscolare
  • Finocchi, lattuga e carciofi perché ricchi di acqua per reidratare l’organismo dopo una sudorazione intensa, ma anche per aiutarlo a drenare i liquidi in eccesso se soffri di ritenzione idrica
  • Avena, fonte naturale di melatonina e dunque indicata se le caldane notturne ostacolano il tuo sonno

Cibi da evitare se hai le vampate

  • Cibi piccanti e speziati perché dilatano i vasi sanguigni con l’effetto di amplificare la sensazione di calore delle vampate
  • Vino, birra e alcoolici perché anche questi hanno un effetto vasodilatatore che peggiora sensibilmente la percezione delle vampate
  • Caffè, tè e altre bevande eccitanti perché potrebbero aumentare la tua difficoltà a riposare bene
  • Cibi ricchi di grassi saturi come strutto, margarina, insaccati e snack confezionati perché possono acuire gli episodi la sensazione di caldane e sudorazioni notturne oltre ad aumentare i rischi cardiovascolari in soggetti già predisposti.

Se ti interessa saperne di più sul tema alimentazione e menopausa, scopri la nostra collezione di articoli qui.

Condividi questo articolo:

Ti potrebbe anche interessare:

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università Ecampus e Università G. D'Annunzio di Chieti

MSL & Medical Advisor Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec