Partner più giovane: e quando arriva la perimenopausa?

10 Marzo 2020
MENOPAUSA
coppia partner più giovane

Un rapporto sentimentale con un partner di diversi anni più giovane può avere un momento spartiacque: la menopausa. Ecco come superare brillantemente questo momento (prendendo provvedimenti quando arrivano i primi disturbi).

La differenza d’età non ha mai costituito un problema tra di voi: quando hai scelto un uomo più giovane di te, certa che in amore il dato anagrafico non conti, hai superato tabù e stereotipi. Come quelli che vogliono la “guida” di una coppia affidata ad un uomo più grande o quelli che si rifanno al fatto che un uomo, al contrario di una donna, resta fertile anche in età avanzata e che quindi tende ad essere “naturalmente” infedele, da un certo punto in poi. Sciocchezze. Tutti d’accordo. Un rapporto di coppia che funziona non ha controindicazioni.

Da quando sei in perimenopausa, però, qualche pensiero ti coglie impreparata. Per la prima volta temi che il tuo rapporto con un uomo più giovane possa subire dei contraccolpi. Temi cioè che la differenza di età possa diventare sempre più evidente e costituire un problema. Fino a oggi ti sei “tenuta bene”, ma da domani in poi? E se interverrà qualche disturbo intimo a minare la vita di coppia?

Andiamo per ordine.

Quali disturbi della perimenopausa possono ripercuotersi sulla coppia?

L’irregolarità mestruale, che può comparire già intorno ai 40 anni, è il primo e più tipico segnale del fatto che l’organismo si sta trasformando in vista della cessazione definitiva dell’attività ovarica. Ma sin qui nulla o quasi cambia nel rapporto di coppia.

Le cose potrebbero cambiare, però, quando, lo squilibrio nella produzione di estrogeni e progesterone si fa più marcato e si manifestano i segnali tipici della perimenopausa. Questa è la fase che fa da ponte tra la vita fertile e la menopausa vera e propria (devi contare 12 mesi consecutivi senza mestruazioni perché sia tale): il prefisso “peri” vuol dire proprio “in prossimità”. Quindi ci sei, la menopausa sta arrivando fra pochi mesi o qualche anno le tue ovaie saranno finalmente a riposo. Non c’è niente che tu possa fare per fermare questo cambiamento, se non aiutare il tuo corpo ad adattarsi più velocemente a questa nuova situazione e risentirne il meno possibile.

Come? Sicuramente programmando (se non l’hai già fatto) un ciclo di check-up medici per essere certa che tutto sia sotto controllo. Parliamo di controlli normali che sono necessari ad ogni età.

Quali effetti producono i disturbi della perimenopausa sul tuo corpo e sulla tua psiche

Questo elenco è importante perché tu non sia impreparata. Sappi che nessuna di queste manifestazioni è una malattia, perciò puoi fare qualcosa di semplice per migliorare la situazione e risentirne di meno, la prima, parlarne con il tuo ginecologo.

La menopausa ti butta giù?

Scopri Femal, efficacia senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro i principali disturbi della perimenopausa.


Prova Femal adesso

  • Sudorazioni notturne e insonnia: le sudorazioni notturne, il corrispettivo delle vampate di calore diurne, possono essere complesse da gestire perché interrompono il riposo. Il risultato è stanchezza, irritabilità e stress, vale a dire i principali nemici di una romantica serata di coccole o di una giornata piacevole con la famiglia.
  • Gonfiore addominale e tendenza a prendere peso: questo può essere un disagio molto frequente in perimenopausa, dovuto alle variazioni ormonali che aumentano la ritenzione idrica e favoriscono l’accumulo di adipe sul girovita, ma anche al fisiologico rallentamento del metabolismo. In questo caso il disagio più forte può essere psicologico per la difficoltà di accettare i cambiamenti del corpo e riconoscersi nella nuova immagine di sé che rimanda lo specchio. Di fronte al partner, soprattutto se più giovane di diversi anni, questo può tradursi in vergogna, senso di inadeguatezza e timore di non essere più attraente per colpa di qualche “rotolino” di troppo.
  • Irritabilità, apatia e sbalzi d’umore: anche in questo caso parliamo di disagi psicologici che la perimenopausa può portare con sé e che possono ripercuotersi sul rapporto a due. Un compagno più giovane, pieno di energia e voglia di fare, può vivere male certi nervosismi frequenti e certi andamenti altalenanti del tono dell’umore. È concreto il rischio di non essere comprese, soprattutto quando a questi stati emotivi si associa l’apatia, ovvero la voglia di poltrire e il disinteresse verso tutto e tutti.
  • Secchezza vaginale: in questo periodo è fisiologico che i livelli di estrogeni siano più bassi perché le ovaie che si preparano a mettersi a riposo ne producono meno. L’effetto è una riduzione della lubrificazione naturale e, quindi, la fastidiosa sensazione di secchezza vaginale, che può comportare dolore durante i rapporti. Questo stato crea imbarazzo, senso di inadeguatezza, nervosismo e corre il rischio di minare l’intesa a due.
    Oltre ciò, anche prurito e bruciore intimo possono creare disagi a ridosso della menopausa: il rischio di infezioni e infiammazioni vaginali può aumentare perché le alterazioni dei livelli ormonali modificanol’ambiente vaginale e il suo pH acido, che tende ad aumentare e a proteggere meno dai batteri.

Un aiuto naturale quando l’umore o i disagi rischiano di danneggiare il rapporto

Anche un integratore naturale può essere un valido supporto per superare brillantemente questo momento di disagio che rischia di fare da “spartiacque” nel tuo rapporto di coppia.

Femal è a base di estratto purificato di polline. Non contiene estrogenifitoestrogeni, quindi non ha effetti collaterali. Aiuta a contrastare i 5 disturbi più comuni della menopausa e può essere assunto sin dalla comparsa dei primi fastidi perché è adatto ad un uso prolungato nel tempo. Femal ha un indice di tollerabilità pressoché totale (98%) ed è adatto anche ai soggetti allergici al polline e alle donne con una storia oncologica più o meno recente.

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.