Perché ho iniziato a soffrire d’insonnia dopo i 40 anni?

insonnia dopo i 40 anni

Una domanda che forse anche tu ti stai ponendo da qualche mese: all’improvviso ti svegli nel cuore della notte, fai fatica ad addormentarti o ti sorprendi all’alba, già con tanti pensieri in testa. Perché accade?

Avere a che fare con l’insonnia o semplicemente con un sonno disturbato e non lineare è un problema che riguarda molte persone. Lo stress potrebbe essere una causa. Ma non è solo questo, a volte.

Può accadere che dopo i 40 anni, specialmente le donne, inizino a sperimentare disturbi del sonno anche se mai avuti prima. Una novità che può risultare davvero sgradevole e problematica da gestire: un sonno disturbato può significare infatti giornate più faticose, fame nervosa, irritabilità e quindi più stress, innescando un meccanismo vizioso.

Non riesco a dormire bene: perché succede proprio a me?

Specialmente se non ti è mai capitato prima, i disturbi del sonno nelle donne over40 possono essere generati da una serie di questioni tra cui la perimenopausa. Più nello specifico ci riferiamo a tutti i cambiamenti “invisibili” del periodo che precede la menopausa, cioè quelli che accadono all’interno del nostro corpo e che ci condurranno verso la cessazione definitiva del ciclo mestruale.

Durante la perimenopausa, i livelli di estrogeni e progesterone possono fluttuare in modo significativo andando a influire su tutto l’equilibrio funzionale dell’organismo. Questi cambiamenti avvengono in modo assolutamente soggettivo, cioè possono essere diversissimi da donna a donna.

Ecco perché non per tutte le donne perimenopausa significa anche sonno disturbato.

Se ti accade di dormire male in modo continuativo, forse sei giunta a quella fase di cambiamenti silenti che è la perimenopausa e dunque è un segnale da ascoltare, che può renderti più consapevole del momento e pronta a reagire, soccorrendo e aiutando la transizione in modo naturale.

Caldane e sudorazioni notturne, una delle cause dell’insonnia dopo i 40

Uno dei motivi per cui si dorme male è che ci si sveglia spesso oppure che ci si svegli e poi si abbia difficoltà a riprendere sonno.

Dopo i 40 anni può succedere di avvertire le prime vampate di calore, sia durante il giorno che durante la notte quando possono essere aggravate ancheda una intensa sudorazione. La sudorazione notturna intensa è uno dei disturbi comuni nelle donne in perimenopausa e può essere molto impattante nella vita quotidiana: ti costringe a svegliarti, spesso a cambiare il pigiama o addirittura le lenzuola e, dopo qualche notte così, le giornate possono diventare davvero pesanti.

Ansia o nervosismo un’altra concausa delle notti difficili

Ci sono anche altre possibili cause dei disturbi del sonno e dell’insonnia che possono diventare più comuni dopo i 40 anni.

Col passare degli anni, può esserci un peggioramento della sindrome premestruale e di tutta quella pletora di disturbi dell’umore che ben (ri)conosciamo quando il ciclo si avvicina: siamo più nervose, sopportiamo di meno, ci lasciamo prendere più del solito dalle emozioni (positive e negative) e, a volte, dall’apatia o dall’umore depresso.

Così, negli anni della perimenopausa anche questi fattori possono influire negativamente sulla qualità del sonno.

Allo stesso modo, ansia e irritabilità possono essere all’origine di piccoli problemi di salute come il reflusso gastroesofageo che può rendere difficile addormentarsi o mantenere il sonno.

In ogni caso, è importante comprendere che i disturbi del sonno o l’insonnia vera e propria possono avere conseguenze significative sul benessere quotidiano e sulla salute fisica e mentale. Ecco perché è importante parlarne con il medico o anche con il ginecologo che potrà suggerire il giusto percorso per recuperare una buona qualità del riposo.

Perimenopausa e disturbi del sonno possono essere collegati

immagine donna con insonnia

Insonnia?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e del trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal 100% di origine vegetale, 1 capsula al giorno è efficace sui 5 disturbi più fastidiosi della menopausa

Se hai superato i 40 da un po’ e negli ultimi mesi stai sperimentando qualche disturbo del sonno, sappi che questi potrebbero essere connessi ai cambiamenti ormonali che, in silenzio e in modo invisibile, il tuo corpo sta attraversando.

Niente di patologico: è solo parte di un periodo normale e naturale che tutte le donne attraversano, più o meno, tra i 43 e i 52 anni: la perimenopausa. Il tuo compito in questa fase è ascoltare e accogliere questi disturbi che potrebbero manifestarsi nel modo giusto, cioè con la consapevolezza che non devi per forza sopportarli. Ci sono trattamenti e percorsi adatti a ciascuna di noi, nell’unicità delle manifestazioni della nostra perimenopausa.

Il tuo ginecologo può diventare un alleato prezioso che può aiutarti a capire i vari step di questa trasformazione, aiutandoti a seguirli senza paura. Quindi parlare con uno specialista è la prima delle raccomandazioni che vogliamo farti perché è anche la più importante e quella che potrà aiutarti nel tempo.

La seconda raccomandazione è quella di chiedere aiuto e non aspettare che le cose si aggiustino da sole. Sappi che puoi aiutare il tuo corpo a superare una fase difficile sostenendolo in modo naturale , con un integratore.

Estratto di polline purificato: un aiuto anche per dormire meglio

La mancanza di sonno può portare a stanchezza, difficoltà di concentrazione e irritabilità durante il giorno, oltre a una situazione di disagio durante la vita lavorativa e familiare. Per questo motivo, se stai sperimentando le fluttuazioni ormonali tipiche della fase che precede la menopausa conclamata, tra cui i disturbi del sonno, è importante parlare con il proprio ginecologo per individuare le cause specifiche e discutere le opzioni di trattamento disponibili.

Quando  i disturbi del sonno sono collegati alla perimenopausa, l’estratto di polline purificato contenuto in Femal ha dimostrato di essere efficace o molto efficace per il 93% delle donne che lo ha provato1 nella gestione dei disagi del periodo.

Femal è un integratore (non un medicinale) 100% di origine vegetale. Già dopo due mesi di trattamento con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei disturbi della menopausa, insonnia compresa.  8 Donne su 10 si dichiarano soddisfatte o molto soddisfatte di Femal, ancora di più in confronto ad altri trattamenti, e lo consiglierebbero senza esitazione alle amiche2


1 .  Nella ricerca dei dott. David Elia e Pierre Mares, pubblicata a nov. 2008
2. Insight Dojo_VSM_quantitative_Market Research_2017

Condividi questo articolo:

Ti potrebbe anche interessare:

rimedi naturali per le vampate
Vampate di calore

Rimedi naturali per le vampate di calore

Le vampate di calore sono uno dei sintomi più comuni e fastidiosi della menopausa ma puoi smettere di sopportare: ecco come con dei rimedi naturali.

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università Ecampus e Università G. D'Annunzio di Chieti

MSL & Medical Advisor Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec