I benefici dell’attività fisica regolare dopo i 40 anni (post per pigre)

donna felice con benefici attività fisica regolare

In un mondo in cui la frenesia quotidiana sembra soffocare il tempo per noi stesse, l’attività fisica regolare emerge come un faro di benessere, specialmente in perimenopausa.

Diverse ricerche, tra cui uno studio scientifico recente intitolato “Efficacia degli interventi di attività fisica nel miglioramento della depressione, ansia e distress: una panoramica delle revisioni sistematiche1, ha evidenziato come l’esercizio fisico abbia effetti positivi significativi su ansia, depressione e stress.

“Okay, ma io sono pigra, non ci riesco”.

Stai pensando qualcosa di simile? Allora dovresti leggere questo articolo che è dedicato proprio a chi come te sa che fa bene, ma non riesce a fare attività fisica perché… iniziare è sempre difficile!

Tutti parlano dei benefici dell’attività fisica… ma a me non piace!

Okay, l’attività fisica fa bene e lo sappiamo tutti: ce lo ripete la TV, ce lo ripetono medici, nutrizionisti, da qualche tempo le confezioni dei cereali e persino certi amici sui social che sono diventati fan della palestra dopo i 40 anni. Non è il tuo caso e ti dà anche un po’ fastidio (vero?!) quando ti dicono che dovresti muoverti un po’ di più…

C’è sempre qualcosa che vince sull’impeto di infilarti tuta e scarpe da ginnastica e uscire di casa per macinare qualche chilometro. Perché poi questo ci vuole: solo la forza di iniziare e continuare per almeno un mese. Poi tutto sarà più facile e verrà da sé.

È un circolo virtuoso: muoversi riduce lo stress e se sei meno stressata sei più serena e disposta a fare movimento 😊

Un’analisi approfondita condotta dai ricercatori dell’University of South Australia (Singh et al., 2023) ha esaminato gli effetti dell’attività fisica su adulti di varie età, includendo sia individui sani che affetti da patologie croniche. Lo studio ha rivelato che l’esercizio fisico riduce significativamente i sintomi di depressione, ansia e distress psicologico.

I benefici dell’attività fisica che non avevi considerato

Fare attività fisica fa dimagrire, lo sai, e fa bene all’apparato cardiocircolatorio, perché aiuta il cuore a stare meglio e tiene a bada la pressione sanguigna, e a quello respiratorio.

E nel tuo caso? Magari non hai neanche tutto questo bisogno di perdere peso e ti senti “esentata” dalla necessità di fare un po’ di moto, oppure stai bene, le analisi sono buone e preferisci di gran lunga poltrire di fronte a una serie TV.

Ma l’attività fisica non si fa solo per star bene a livello fisico. Fare attività fisica:

  1. Migliora l’umore, perché un po’ di movimento stimola la produzione di endorfine
  2. Rilassa e scarica lo stress soprattutto dopo, quando torni a casa e fai la doccia, ti sentirai davvero leggera.
  3. È un elemento di soddisfazione personale e provoca decisamente buonumore. Se inizi e hai la costanza di continuare ti troverai a gioire letteralmente per i progressi tangibili che potrai sperimentare direttamente in poco tempo: più fiato, più resistenza, più tonicità
  4. Aumenta la forza fisica e la resistenza alla fatica: sembra una barzelletta, ma anche le faccende di casa ti peseranno di meno. E poi i viaggi saranno più belli, perché avrai la forza di girare a piedi le città che visiterai senza faticare.
  5. Migliora la sessualità perché il microcircolo incide anche sulla capacità di eccitazione, aiuta le mucose a restare ossigenate e sane (anche della zona intima, quindi!) e aumenta la capacità di provare piacere.

Psiche e perimenopausa: piccoli disturbi, ma risolvibili

La perimenopausa può essere un periodo di grandi cambiamenti fisici e questo potrebbe portare qualche disturbo anche nella sfera psicologica. Parliamo proprio di disturbi, quelle che possono sembrare quasi sciocchezze: un po’ di nervosismo, ansia, umore a terra, stanchezza, zero voglia di fare le cose.

Per queste cose non si va dal medico, insomma. Però è importante che tu sappia che non devi sopportare necessariamente questi sbalzid’umore perché non sono totalmente conseguenza dei fatti della vita quotidiana. Intendo dire che le cose che ti danno fastidio resteranno tali, ma tu puoi tornare a passarci sopra, come facevi prima, con più leggerezza.

Il fatto è che anche il nervosismo, l’ansia e la stanchezza possono dipendere anche dal calo ormonale che interessa tutte le donne in perimenopausa, un fatto normale, quindi, ma per contrastare il quale puoi fare davvero molto, in modo naturale.

immagine donna irritabile

Irritabilità?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e del trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal 100% di origine vegetale, 1 capsula al giorno è efficace sui 5 disturbi più fastidiosi della menopausa

L’importanza dell’esercizio fisico per le donne in perimenopausa

L’attività fisica è, di fatto, un metodo naturale e potente per recuperare la tua vitalità e contrastare efficacemente alcuni disturbi tipici del periodo come stanchezza, irritabilità e umore depresso.

Abbiamo iniziato dicendo che questo articolo è dedicato a tutte quelle che preferiscono divano e copertina a una passeggiata in montagna o al mare, ma non possiamo nascondere l’evidenza scientifica. Muoversi fa bene, è una verità incontrovertibile. Quindi un’idea possiamo dartela, a prova di pigro.

Potresti provare a camminare un po’, ponendoti degli obiettivi raggiungibili e cercando di stare più comoda possibile, cioè, fare in modo che ti costi meno fatica possibile la preparazione alla tua passeggiata. Un esempio è organizzarti con un’amica con un circuito intorno a casa.

Camminare e fare un po’ di moto migliora il benessere psico-emotivo e aiuta a gestire i cambiamenti fisici associati a questo periodo di transizione. Credimi: dopo un mese o due di attività regolare non vedrai l’ora di camminare!

Attività fisica: prima di iniziare avvisa il tuo medico

L’intensità dell’esercizio fisico gioca un ruolo cruciale nell’efficacia dell’allenamento ma non tutte possono iniziare con tanti chilometri o con una sessione di bootcamp training. Se è da troppo tempo che non metti piede in una scarpa da ginnastica – e non considerare il fatto che quindici anni fa andavi in palestra – ti raccomandiamo di avvertire il medico e spiegare che hai intenzione di iniziare a fare attività fisica.

A seconda del tuo stato fisico generale e dei risultati di qualche esame di controllo che potrebbe consigliarti (le analisi del sangue, ad esempio, o un elettrocardiogramma) ti saprà dire se puoi iniziare subito e quale intensità è consigliabile.

logo-osteo

Per contrastare i disturbi della menopausa e contribuire a mantenere ossa sane

Con vitamina D3 e K2 che contribuiscono al mantenimento di ossa sane

Fonti scientifiche per questo articolo

  1. 1. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/36796860/

Condividi questo articolo:

Ti potrebbe anche interessare:

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università Ecampus e Università G. D'Annunzio di Chieti

MSL & Medical Advisor Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec