Sindrome della premenopausa: cos’è? Sintomi, cause e gestione

29th of November 2018
MENOPAUSA
sindrome della premenopausa

Ciclo irregolare, secchezza vaginale, vampate di calore e sudorazione notturna, insonnia ed irritabilità: sono alcuni dei disturbi più comuni della premenopausa. Ecco come il tuo corpo e la tua mente iniziano a cambiare per prepararsi alla menopausa e cosa puoi fare per vivere meglio questo passaggio.

Se i disturbi sono per la maggior parte comuni a tutte ledonne , sono l’intensità e la durata a fare la differenza nella sindrome della premenopausa. Una fase che – torniamo a sottolineare – è del tutto naturale e fisiologica nella vita di una donna e non deve preoccupare.

Vero è che può essere critica, specialmente se non viene affrontata con la giusta consapevolezza e con qualche attenzione.

Le variazioni ormonali che conducono progressivamente verso la fine dell’età fertile possono, infatti, influire sul corpo e/o sulla mente, provocando disturbi più o meno marcati, a seconda dei casi.

Qualcuna si misurerà con la bilancia, qualcun’altra con l’irritabilità, altre con sbalzi d’umore, che possono comprendere tendenze depressive o ansiose. Anche i fattori genetici giocano il loro ruolo perché esiste una forte familiarità legata alla menopausa e ai suoi disturbi.

In questo articolo ti spieghiamo:

  • • come riconoscere i sintomi della premenopausa
  • • come cambiano il tuo fisico e la tua psiche nel passaggio verso la menopausa
  • • quali sono le cause di questi cambiamenti
  • • cosa puoi fare per assecondarli e alleviare i disturbi che comportano

Sindrome della premenopausa: cos’è e come si manifesta

Ecco alcuni elementi importanti che possono aiutarti a comprendere cos’è la sindrome della premenopausa:

  • • I cicli mestruali iniziano a non essere più regolari: troppo ravvicinati (anche due in un mese) o troppo distanti tra loro (anche 40 giorni anziché i canonici 28), oppure insolitamente scarsi o abbondanti. Dunque si parla di polimenorrea o amenorrea.
  • • Possono comparire disturbi del sonno: l’insonnia e quelle terribili sudorazioni notturne che ti fanno svegliare in un bagno di sudore e rendono difficile la ripresa del riposo.
  • • Soprattutto a fine giornata ti accorgi di qualche vampata di calore.
  • • Può capitarti di avvertire dolore alle ossa e alle articolazioni.
  • • Possono capitarti Episodi di ansia e depressione, momenti di tristezza improvvisi ed apparentemente immotivati, e una difficoltà di concentrazione e di memoria ti gettano nello sconforto: non sei più tu e non te ne spieghi il motivo.
  • • Il gonfiore addominale spesso aumenta e puoi iniziarea prendere peso anche se a tavola non hai cambiato abitudini. Più che altro è il tuo girovita che si allarga: se per tutta la vita hai lottato con i cuscinetti sulle gambe, adesso gli accumuli adiposi spuntano sulla pancia.
  • • Può insorgere anche qualche fastidio intimo come secchezza vaginale e bruciore, o prurito.

A che età è normale avvertire la sindrome della premenopausa?

Prime avvisaglie di menopausa?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni

Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è ben tollerato da tutte le donne ed è efficace sui principali disturbi.


PROVA FEMAL ADESSO

La cosiddetta sindrome della premenopausa può essere breve o durare qualche anno, mediamente 4. Può manifestarsi tra i 40 ed i 45 anni, ma anche molto prima (e potrebbe essere sintomatica di una menopausa precoce) o molto dopo (si parlerà di menopausa tardiva).

Per essere certa che i tuoi disturbi siano riconducibili alle normali e fisiologiche modificazioni della menopausa, una visita dal ginecologo è opportuna e necessaria, anche se da sola riconosci di avere almeno 3 o 4 disturbi tipici della premenopausa.

Può accadere, infatti, che in concomitanza con periodi di forte stress, si verifichino delle anomalie nella produzione di ormoni. Un ciclo saltato non è per forza imputabile alla premenopausa: per esserne certa devi effettuare un dosaggio ormonale (basta un prelievo di sangue) dell’ormone FSH. Se il valore è molto alto allora sta iniziando anche per te la premenopausa.

Cosa succede al tuo corpo nella premenopausa: la causa di tutto sono gli ormoni

La produzione di ormoni comincia a fare i capricci: questo vuol dire che il livello di estrogeni non è più costante. Le ovaie lavorano meno. Questa fluttuazione ormonale si ripercuote sulla regolarità mestruale. Ma anche sul desiderio sessuale, perché la secchezza vaginale dovuta all’abbassamento del livello di estrogeni può rendere i rapporti dolorosi, tanto da spingerti ad accantonare l’argomento.

E, non da ultimo, gli ormoni possono influire sull’umore, che diventa più instabile, con momenti di nervosismo e tristezza simili a quelli che caratterizzano la sindrome premestruale. In generale, tutto l’organismo risente di questi squilibri perché la produzione ormonale rappresenta una sorta di bilancia che tiene in equilibrio tutte le funzioni del corpo. La carenza di estrogeni produce effetti persino sul sistema osteo-articolare, sul quale possono gravare fastidiosi dolori.

Quelli che abbiamo elencato adesso sono i primi cambiamenti climaterici. La perimenopausa è proprio questo: il periodo a cavallo della menopausa (prima e dopo) in cui è presente la classica sintomatologia (quindi comprende una parte della premenopausa). La premenopausa comprende tutto il periodo prima della menopausa. L’inizio della menopausa viene definito dopo 12 mesi dall’ultima mestruazione.

Qualche rimedio utile per contrastare la sindrome della premenopausa

Il primo passo per vivere bene la premenopausa è quello di accettare come fisiologici, e quindi assolutamente naturali, i primi cambiamenti dovuti a questa nuova fase della vita intima. Attenzione, però: accettare non vuol dire rassegnarsi a sopportare disagi e fastidi.

Ecco cosa puoi fare per alleviare i disturbi  della premenopausa.

🏋‍Attività fisica per tenerti in forma (ed essere più serena)

Se le fluttuazioni ormonali rallentano il metabolismo, l’attività fisica (anche leggera, purché sia regolare) è la migliore “contromossa” per limitare l’aumento di peso. Ma il movimento non serve solo per tenersi in forma: contribuisce alla riduzione del rischio cardiovascolare e a quello di artrosi ed osteoporosi e, non da ultimo, migliora il tono dell’umore.

🍛 Alimentazione equilibrata per nutrire adeguatamente il tuo corpo che cambia

A tavola è fondamentale seguire un’alimentazione sana e corretta: non soltanto per tenere sotto controllo la bilancia ma anche per assicurare all’organismo ciò di cui ha particolarmente bisogno in questa fase così delicata: proteine, calcio, verdura e frutta (per garantire il giusto apporto di fibre, vitamine e sali minerali) e tanta acqua, almeno 2 litri al giorno. 

🔥 Via sale, spezie e caffeina per limitare le vampate di calore

Dall’alimentazione può arrivare un valido aiuto anche contro le vampate di calore: evitare i cibi piccanti e speziati, ma anche il sale, la caffeina e la cioccolata può limitare questo disturbo.

💪 Calcio per preservare la salute delle ossa

Quello che mangi è fondamentale anche per prevenire artrosi ed osteoporosi: hai bisogno di calcio, lo abbiamo già detto, e di vitamina D (valuta con il medico l’assunzione di integratori specifici). Per questo privilegia, oltre ai latticini (che potrebbero aumentare la ritenzione idrica, già marcata in questo periodo), le verdure a foglia verde larga (broccoli, cavoli, verza), le arance e le mandorle.

☕ Le tisane a base di erbe ti fanno dormire meglio

Per ridurre gli episodi (e l’intensità) delle sudorazioni notturne e dell’insonnia, le tisane a base di erbe sono un valido toccasana: passiflora, camomilla, melissa, malva e biancospino non soltanto possono aiutarti a riposare meglio ma il loro utilizzo può diventare un piacevole rito della buonanotte.

⚕ Vai dal ginecologo per alleviare secchezza vaginale e fastidi intimi

Per contrastare la secchezza vaginale, il prurito ed il bruciore intimi, esistono una serie di trattamenti che vanno necessariamente scelti insieme al ginecologo: solo un colloquio aperto con lui potrà indirizzarvi verso una scelta personalizzata. Un aiuto arriva anche da quella stessa attività sessuale che d’improvviso ti è diventata così insopportabile perché dolorosa: continuare ad avere rapporti migliora l’elasticità dei tessuti.

Se vuoi trovare un ginecologo nella tua zona cercalo cliccando qui

💆‍ Contro irritabilità e tristezza, coccolati e fatti coccolare

Dagli affetti, dalle amicizie, dagli hobby e in generale da tutto ciò che ti fa stare bene puoi farti “coccolare” quando gli ormoni fanno i capricci e rendono particolarmente instabile il tuo umore. In questo periodo di transizione verso la menopausa devi prenderti cura di te stessa nel migliore dei modi, con dolcezza ed indulgenza.

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.