Calore al viso e ansia: cosa fare?

vampate di calore

Il calore al viso e sensazioni di ansia possono essere correlati. Scopri le cause, i sintomi e le soluzioni per affrontare queste situazioni e ritrovare il benessere.

Il calore al viso e l’ansia sono spesso collegati. Si tratta di due sensazioni che possono influenzare negativamente il benessere quotidiano.

Se recentemente ti sono capitati questi episodi non devi allarmarti: puoi compiere intanto un primo passo per individuare i fattori scatenanti così da poterli gestire in modo efficace.

Se hai superato i 40 anni e sei donna, è possibile che le cause siano legate ai cambiamenti ormonali tipici della perimenopausa. In questa fase, infatti, si verificano naturalmente dei cambiamenti negli equilibri ormonali che possono portare a sensazioni improvvise di calore intenso che si manifestano principalmente al viso e al  collo e talvolta possono essere accompagnate da ansia. Comprendere il legame tra questi fenomeni e i cambiamenti ormonali ti permetterà di affrontare meglio le situazioni di stress e di trovare soluzioni per alleviare il calore al viso e l’ansia associata.

Scopriamolo insieme.

I cambiamenti ormonali alla base del calore al viso e dell’ansia

I cambiamenti ormonali che si verificano durante la perimenopausa possono effettivamente essere alla base del calore al viso e dell’ansia che molte donne sperimentano. In queste situazioni, è comune parlare di vampate di calore, un fenomeno di cui probabilmente hai già sentito.

Le vampate di calore sono legate al cambiamento normale e fisiologico che il corpo femminile attraversa: gli estrogeni si riducono e – per dirla semplicemente – vanno ad influire (indirettamente) anche sulla capacità del corpo di regolare la propria temperatura. Ecco cosa sono le sensazioni improvvise di calore al viso, al collo e, a volte, a tutto il corpo che stai sperimentando negli ultimi tempi.

Comprendere che queste sensazioni sono normali e legate ai cambiamenti ormonali può aiutarti a gestire meglio il calore al viso e l’ansia correlata, offrendoti una maggiore consapevolezza e tranquillità nel tuo percorso attraverso la perimenopausa.

Non solo ormoni: c’entra anche la psiche

Questo improvviso calore al viso può essere imbarazzante: ti arrossa, la fronte si imperla di sudore e non c’è modo di fermare l’onda di calore che ti avvampa. Se hai difficoltà a gestire le vampate di calore in pubblico, potresti sviluppare emozioni simili all’ansia, derivate dal timore di avere una vampata di calore in pubblico.

Per di più, i cambiamenti ormonali possono anche influire sulla stabilità emotiva. Nella perimenopausa potresti scoprirti più nervosa, più irritabile o potresti accorgerti di gestire le tue emozioni in modo diverso, più intenso. Qui, quindi, l’ansia potrebbe presentarsi.

L’ansia e le vampate di calore dunque potrebbero essere generate dalla stessa causa – i cambiamenti ormonali – ed essere ulteriormente connesse l’una all’altra in un circolo vizioso da scardinare al più presto.

Parlane con il tuo ginecologo.

Come affrontare le vampate di calore in pubblico

Le vampate di calore, che si manifestano con una sensazione di calore al viso, al collo e talvolta in tutto il corpo, possono essere un’esperienza scomoda e imbarazzante, soprattutto quando ci si trova in pubblico.

Ci sono però diverse strategie che possono aiutarti a gestire e affrontare le vampate di calore in modo efficace e discreto, riducendo l’impatto sulla tua vita sociale.

  • Abbigliamento e tessuti: indossa abiti comodi e realizzati con tessuti naturali, come il cotone o il lino, che permettono alla pelle di respirare e aiutano a dissipare il calore. Opta per capi con aperture frontali, come camicie e cardigan, che ti consentono di regolare facilmente la temperatura corporea.
    D’inverno, vestiti a strati per poter togliere o aggiungere capi a seconda delle necessità.
  • Tecniche di respirazione: quando avverti una vampata di calore, cerca di mantenere la calma e di concentrarti sulla tua respirazione. A questo proposito qualche lezione di yoga o mindfulness potrebbe essere utile per imparare come fare. Pratica la respirazione profonda, inspirando lentamente ed espirando attraverso il naso. Questa tecnica può aiutare a rilassare il corpo e a ridurre la sensazione di calore al viso o farla passare più velocemente.
  • Bevande e alimentazione: consigli banali ma sempre utili, evita bevande calde e alcoliche, che possono aggravare le vampate di calore. Bevi tanta acqua non fredda ma fresca oppure tisane fredde, che aiutano a mantenere l’organismo idratato e a non concentrare calore. Cerca di seguire un’alimentazione equilibrata e ricca di nutrienti e di minerali.
  • Rimedi naturali e integratori: ci sono diversi rimedi naturali e integratori alimentari che possono aiutare a ridurre la frequenza e l’intensità delle vampate di calore. Tra questi un principio naturale, 100% di origine vegetale: Femal è un estratto di polline purificato in grado di sostenere l’organismo durante la fase della perimenopausa lavorando in modo globale sui cinque disturbi più frequenti, tra i quali le vampate di calore e l’irritabilità. Formulato in capsule, ne basta una al giorno per sperimentarne l’efficacia.
  • Esercizio fisico e gestione dello stress: mantenere una regolare attività fisica può aiutare a gestire lo stress e a migliorare la qualità del sonno, fattori che possono influenzare la frequenza delle vampate di calore. Inoltre, l’esercizio fisico aiuta a regolare il sistema ormonale e a mantenere un peso corporeo adeguato, entrambi aspetti importanti nella valutazione dell’intensità delle vampate di calore.
  • Parla con il tuo medico: se le vampate di calore e il calore al viso persistono e compromettono la tua qualità di vita, non esitare a consultare il tuo ginecologo.

Vampate di calore e ansia, se è l’effetto della perimenopausa: niente paura!

Una volta verificato con il medico che le tue sensazioni di calore al viso e ansia sono dovute ai primi segnali del corpo che cambia e si avvia lentamente verso la menopausa, puoi aiutare il tuo corpo con un integratore. Femal non è un farmaco, il 93% delle donne che lo ha provato ha dichiarato che Femal è stato “efficace” o “molto efficace” nella gestione dei disagi della perimenopausa, contribuendo a migliorare sensibilmente la qualità della vita.

Come tutti gli integratori, per percepire l’efficacia del trattamento, andrebbe assunto per almeno 2 mesi (e qui i nostri specialisti ti spiegano anche perché) e continuato nel tempo per mantenerne l’efficacia. Ma basta una sola capsula al giorno di Femal e puoi “non pensarci più”: le tue vampate si riducono, la qualità del sonno migliora, l’umore torna più stabile e le sudorazioni notturne che ogni tanto ti svegliano, non comprometteranno il tuo riposo. In più, Femal è formulato per non favorire l’aumento di peso, aiutandoti anche a mantenere il tuo regime calorico.

immagine donna con vampate

Vampate di calore?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e del trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal 100% di origine vegetale, 1 capsula al giorno è efficace sui 5 disturbi più fastidiosi della menopausa

Condividi questo articolo:

Ti potrebbe anche interessare:

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università Ecampus e Università G. D'Annunzio di Chieti

MSL & Medical Advisor Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec