Irritabilità: il disturbo più nascosto della perimenopausa

donna nervosa over 45

Dopo i 40 anni molte donne si accorgono che sopportano meno, che sono più nervose del solito o hanno reazioni inaspettate.

L’irritabilità è uno dei sintomi più comuni e sottovalutati della perimenopausa, la fase di transizione che precede la menopausa.

Molte donne affrontano questo periodo lottando ogni giorno con sbalzi d’umore e tensione emotiva, ma non se ne parla abbastanza.

L’irritabilità in perimenopausa può manifestarsi in diverse forme: rabbia, frustrazione, ansia o agitazione che possono complicare le giornate, sia nella vita familiare che in quella lavorativa.

Al livello fisiologico questo cambiamento nell’umore e nella capacità di auto-controllo, può essere causata da una serie di fattori, tra cui fluttuazioni ormonali, stress e stanchezza, e può essere naturalmente esacerbata da fattori esterni (ad esempio il conflitto con figli adolescenti o pre-adolescenti o tensioni sul lavoro).

L’irritabilità può avere un impatto significativo sulla qualità della vita e sulle relazioni, ma esistono modi per gestirla e lenire gli effetti. In questo articolo, esploreremo le cause dell’irritabilità durante la perimenopausa e forniremo consigli utili per gestirla e vivere meglio questo periodo di transizione.

Irritabilità in perimenopausa e ormoni sono collegati

L’irritabilità è uno dei disturbi meno noti e più insidiosi con i quali le donne in perimenopausa possono trovarsi a dover fare i conti, a volte inaspettatamente.

Questo disturbo tira in ballo il tuo atteggiamento, le tue relazioni, la tua famiglia e il tuo umore, dunque è un qualcosa che influisce direttamente sulla tua sfera privata e anche per questo motivo se ne parla pochissimo e si cela, anzi, il pensiero che possa essere una sensazione fondata o che ci possa essere davvero una correlazione con il climaterio. Lo spettro della “vecchia bisbetica e borbottona” che in molta letteratura e cinematografia viene tratteggiato, aleggia nella nostra testa e nessuna – proprio nessuna! – vorrebbe identificarvisi. In più nella fase della perimenopausa non è detto che tutte le donne abbiano la consapevolezza di quel che sta per accadere. Anche per questo non se ne parla.

Invece, i disturbi dell’umore come l’irritabilità possono essere correlati alle fluttuazioni ormonali che si verificano durante questo periodo di transizione. Durante la perimenopausa i livelli di estrogeni diminuiscono gradualmente, e questo può avere un impatto significativo sul benessere emotivo delle donne. Gli estrogeni, infatti, hanno un effetto positivo sull’umore.

In più, durante la perimenopausa, il sonno può essere disturbato e magari interrotto spesso da risvegli immotivati oppure da sudorazioni così intense che costringono ad alzarsi e cambiarsi e questo può avere un impatto negativo sull’equilibrio quotidiano. La mancanza di sonno può generare a sua volta stanchezza, nervosismo e irritabilità, e peggiorare lo stato emotivo.

Ma non tutte le donne in perimenopausa sperimentano l’irritabilità. Alcune donne possono avere solo disturbi lievi oppure non notare nulla di diverso dal solito.

Irritabilità in menopausa e stile di vita: quanto c’entrano le tue abitudini con il tuo benessere emotivo

immagine donna irritabile

Irritabilità?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e del trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal 100% di origine vegetale, 1 capsula al giorno è efficace sui 5 disturbi più fastidiosi della menopausa

L’irritabilità è un disturbo comune durante la perimenopausa che può essere influenzato anche dallo stile di vita.

Come per tutto ciò che riguarda una vita sana e serena e il mantenimento della salute a lungo termine, ci sono elementi che possono fare la differenza:

  • una dieta equilibrata e adatta al periodo che stai attraversando con il giusto apporto di nutrienti, vitamine e minerali. È più importante di quanto tu possa pensare e ci sono alimenti che favoriscono il recupero anche della serenità.
  • esercizio fisico nella misura giusta e coerente con il tuo stato fisico e il tuo allenamento: un po’ di movimento aiuta il tuo corpo a stimolare la produzione di endorfine che possono aiutare a ritrovare equilibrio e buonumore. Camminare, nuotare o fare yoga, può ridurre lo stress e migliorare l’umore purché siano attività fatte regolarmente (che vale di più che farle intensamente).
  • ridurre il consumo di alcol, caffeina e zuccheri può avere un impatto positivo sull’umore e sulla regolazione degli ormoni. Pensaci: quando sei giù di corda non hai sempre voglia di dolci? È la mente che ha bisogno di un po’ di “felicità”… puoi ottenere lo stesso risultato con una bella passeggiata!
  • Se ne senti il bisogno e ti interessa provarne l’efficacia, tecniche di rilassamento come la meditazione o la mindfulness possono essere utile per ridurre l’ansia e la tensione.
  • Dormire abbastanza è importantissimo per il benessere emotivo: se sei un “pipistrello” che preferisce star sveglia di notte fino a tardi, è il momento di cambiare le tue abitudini. Concediti una tisana calda e rilassante e prova ad andare al letto entro le 23. Questo ti garantirà un numero di ore di sonno sufficienti.  

Se l’irritabilità persiste e impatta negativamente sulla qualità della vita, è importante parlare con il medico o con il ginecologo: possono aiutarti a gestire questo problema in modo efficace con suggerimenti adeguati e con una indicazione di trattamento appropriata.

Non sopportare in silenzio la tua irritabilità: parlane!

Psicologicamente può essere complesso ammettere di essere più irritabile del solito: è più facile attribuire un periodo più complicato da gestire a fattori esterni e molte volte lo facciamo anche senza accorgercene. Frasi come: “Tutte a me stanno capitando”, oppure “è un periodaccio”, oppure “mio figlio/marito/collega sta diventando insopportabile” sono tutti tentativi di estromettere una responsabilità personale per affrancarci dal doverne avere cura.

Eppure noi donne siamo abituate a una certa ciclicità dell’umore. Chi ha imparato a riconoscere la Sindrome Premestruale sa che prima del ciclo l’umore diventa un po’ ballerino. Ecco: in perimenopausa è lo stesso.

Puoi anche non accorgerti di essere più irritabile e invece percepire “solo” di avere più problemi, oppure di non essere compresa più spesso del solito, o di attraversare un periodo in cui “il karma” si diverte ad aumentare conflitti o delusioni, insuccessi o ostacoli.

Ma non è l’universo che è contro di te, è solo che stai attraversando un periodo di cambiamenti che ti impone di prenderti cura anche della tua capacità di mantenere un equilibrio.

Quindi: parlane. Parlane con il tuo partner, con i colleghi, ma soprattutto con il medico che può aiutarti davvero a trovare una soluzione adeguata che possa rinforzare la tua capacità di tornare centrata e solida dal punto di vista psicologico.

Un aiuto dalla natura per recuperare il tuo benessere quotidiano

La perimenopausa è un periodo di cambiamenti ormonali che può essere molto impegnativo per molte donne. Uno dei sintomi più comuni è l’irritabilità, che può essere causata dalle fluttuazioni ormonali assolutamente normali già a partire dai 35 anni e che possono acuirsi dopo i 45. Si tratta di cambiamenti lenti e per lo più silenti dei quali, infatti, molte donne non si accorgono neppure.

È solo nelle vicinanze della menopausa vera e propria, infatti, che tutto può farsi più evidente e che ci si può effettivamente accorgere che qualcosa sta cambiando.

È qui che devi sapere che puoi fare qualcosa di utile per il tuo corpo e per recuperare il tuo benessere quotidiano.

L’irritabilità può avere infatti un impatto significativo sulla qualità della vita e sulle relazioni personali e professionali. E può essere davvero difficile affrontarlo da sola.

Con Femal non sarai sola: la natura ti può sostenere grazie all’estratto purificato di polline, 100% di origine vegetale, che ti aiuta dall’interno a ritrovare serenità e benessere, alleviando i 5 disturbi più fastidiosi sin dalla perimenopausa, irritabilità compresa. Basta una capsula al giorno: provalo!

Condividi questo articolo:

Ti potrebbe anche interessare:

quanto durano le vampate di calore
Vampate di calore

Quanto durano le vampate in menopausa?

L’inverno va un po’ meglio, l’estate è peggio: in qualunque stagione le vampate sono là a ricordarti che stai entrando in menopausa. Quanto dureranno? Ecco cosa dice la scienza.

rimedi naturali per le vampate
Vampate di calore

Rimedi naturali per le vampate di calore

Le vampate di calore sono uno dei sintomi più comuni e fastidiosi della menopausa ma puoi smettere di sopportare: ecco come con dei rimedi naturali.

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università degli Studi di Bergamo

MSL & Medical Advisor Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec