Stanchezza eccessiva in menopausa: combatterla con il potere della mente

11 Febbraio 2019
MENOPAUSA
stanchezza in menopausa

 

La psiche può fare molto quando si tratta di disturbi della menopausa che riguardano stanchezza, umore depresso oppure pigrizia. Sembra una frase da film ma è vero: devi trovare la forza dentro di te. Puoi aiutarti, però, praticando attività come lo yoga o la mindfulness e assumendo un buon integratore che tenga sotto controllo i disturbi più fastidiosi e ti aiuti a riposare bene.

Gli squilibri ormonali tipici della menopausa provocano cambiamenti importanti nel corpo e nella mente, lo sai bene. Se a livello fisico il calo nella produzione di estrogeni può causare vampate, sudorazioni notturne, gonfiore addominale, dolori osteoarticolari, secchezza vaginale e prurito intimo, di contro, nella mente possono farsi strada irritabilità, sbalzi d’umore repentini, tristezza, ansia e depressione. Il corollario di tutto questo sono insonnia e stanchezza cronica da una parte, difficoltà nei rapporti interpersonali (soprattutto in quello di coppia, anche per effetto del naturale calo del desiderio sessuale) dall’altra.

Aspetta. Frena. Questo è quanto potrebbe accadere in alcuni giorni. Ma non è per tutte le donne così e – soprattutto – non è sempre così. È una specie di sindrome premestruale accentuata. Tutto qui. In certi giorni potrebbe sembrarti di stare su un’altalena: un momento normale, l’altro nervosa. Ma non farti prendere dallo sconforto o da pensieri sul tuo reale equilibrio psichico. Sei perfettamente normale.

La menopausa è una tappa fisiologica (quindi del tutto naturale) nella vita di una donna e come tale va vissuta. Ci sono giorni in cui questo momento ti sembrerà molto più che “delicato”, e il ruolo della scienza è quello di ridurre anche questi fastidi.

Se alle volte ti senti così e il pensiero di un cambiamento così importante ti fa sentire smarrita, nessuna occasione migliore di questa per rilassarti leggendo questo articolo.

Il ruolo della psiche per vivere la menopausa nel modo giusto

Devi trovare la forza dentro di te: sembra una banalità o una frase a effetto ma è una profonda verità. Nessun medico e nessun farmaco – assodato che la menopausa non è una malattia – possono agire sul tuo benessere quanto la tua mente.

Per questo motivo puoi vivere questo passaggio in maniera serena soltanto se accetti nella testa che il tuo corpo si sta preparando ad una stagione nuova. Ugualmente ricca di opportunità. Del resto tra premenopausa e menopausa vera e propria questo “passaggio” occupa parecchi anni della tua vita, all’incirca quelli tra i 45 ed i 55 anni (ma può interessarti anche prima). Quindi vale la pena trovare la chiave giusta per “lavorare” sul tuo benessere fisico ed emotivo in anni così centrali della tua vita di donna, di madre, di moglie e di nonna.

Se sei alle prese con qualche “noia” della menopausa (intesa come qualche disagio che ti ha buttata un po’ giù di morale) un approccio leggero al “problema”, come potrebbero essere la pratica di attività rilassanti e l’assunzione di un integratore naturale, potrà esserti molto utile.

Resta inteso, sempre, che nel percorso verso la menopausa, devi farti seguire dal medico. I controlli periodici dal ginecologo ed un colloquio costante e aperto con lui sono il punto di riferimento principale per tutelare la tua salute ed il tuo benessere.

Il primo passo è uscire dall’isolamento

La menopausa non ti dà pace?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni

Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro la stanchezza e altri disturbi comuni della menopausa.


PROVA FEMAL ADESSO

Da parte tua, con un minimo di buona volontà, la prima cosa che puoi fare è uscire dall’isolamento: confrontarti con le amiche, condividere i tuoi disagi, le tue incertezze e, perché no, quei lati più leggeri che ti strappano persino un sorriso può rasserenarti molto. Con le amiche puoi anche organizzare lunghe camminate a passo veloce: gioveranno al corpo e, le chiacchierate che le accompagneranno, saranno un toccasana anche per la mente.

Sforzati di seguire una dieta equilibrata, che ti assicuri vitamine e sali minerali dei quali hai un maggior fabbisogno in questa fase. Impara a ritagliarti del tempo per te stessa, per coccolarti e farti coccolare, sottraendo qualcosa all’impegno pressoché totalizzante del lavoro, della casa e della famiglia.

Ma per ricercare un benessere più profondo valuta anche l’opportunità di praticare attività meno usuali, forse per te del tutto “sconosciute”, dalle quali potresti trarre grandi benefici se senti di aver “perso l’equilibrio” e ti sei impigrita al punto che il solo pensiero di una camminata con le amiche ti sembra troppo.

Lo yoga per rilassare il corpo e la mente

Se hai bisogno di “ripartire” da te stessa per uscire dall’isolamento nel quale ti sei un po’ rintanata, lo yoga può aiutarti. Questa disciplina insegna a concentrarsi sul proprio respiro: in questo modo favorisce il rilassamento della mente.

Al tempo stesso impegna il corpo in movimenti che allungano i muscoli, allentano le tensioni muscolari e correggono la postura. Uscirai dalla lezione “leggera” nel corpo e nella mente. Esistono anche corsi di yoga “dinamico”, nei quali si lavora pure sulla tonificazione dei muscoli. In ogni caso, non spaventarti se non hai mai frequentato una palestra: lo yoga è una disciplina dolce, in totale armonia con la tua nuova fisicità e il tuo umore “ballerino”.

La mindfulness per ritrovare il tuo equilibrio

Anche la mindfulness (letteralmente “consapevolezza”) focalizza l’attenzione sul respiro. Ma al rilassamento associa la meditazione. Si tratta, infatti, di una vera e propria pratica di meditazione, fondata sull’ausilio della respirazione e della voce (in questo senso, un po’ come lo yoga). Una sessione di mindfulness può essere un piccolo “viaggio” dentro di te: scopo di questa pratica è aiutare l’individuo ad analizzare gli schemi mentali con i quali ogni giorno “struttura” la propria quotidianità e quindi la propria vita. In questo modo si vuol proporre un approccio diverso al “disagio” di ognuno.

Si tratta di una pratica meditativa in totale autonomia del singolo. Per queste sue caratteristiche, oggi la mindfulness è sempre più apprezzata da chi cerca un approccio olistico ai disturbi del corpo e delle emozioni.

In comune lo yoga e la mindfulness hanno l’aspetto pratico: per entrambi serve abbigliamento comodo, qualcosa come pantaloni della tuta e una maglietta leggera (si praticano in ambienti molto caldi per favorire il rilassamento muscolare e mentale), piedi nudi o al massimo dei calzini.

Il supporto di un integratore come Femal può aiutare a  ritrovare il benessere fisico ed emotivo in modo naturale

Dove l’alimentazione, seppur bilanciata, non arriva, può essere di aiuto  un integratore per dare al tuo corpo ciò di cui ha bisogno. Un prodotto naturale con la giusta formulazione può aiutarti nella gestione dei principali disturbi della menopausa e, di conseguenza, anche nel ritrovare il benessere emotivo.

Femal aiuta a tenere sotto controllo vampate e sudorazioni notturne, insonnia, irritabilità, favorisce il riposo notturno e combatte la stanchezza cronica. È naturale, e privo di estrogeni e fitoestrogeni, può essere assunto sin dai primi sintomi della premenopausa, o dalla perimenopausa, perché adatto ad un uso prolungato nel tempo. Con un indice di tollerabilità pressoché totale (98%) è adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline.

Se vuoi saperne di più sui disturbi della premenopausa

Ti consigliamo di leggere questi articoli:

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.