Ciclo lungo in premenopausa: devi preoccuparti?

donna con mal di pancia da ciclo

Durante la perimenopausa il ciclo può fare i capricci. Ecco cos’è normale e quando vale la pena di indagare più a fondo.

Cicli irregolari, più lunghi o più corti, o persino che saltano: è normale che i primi segnali della premenopausa si manifestino con alterazioni del ciclo mestruale.

Si tratta di un fatto naturale, imputabile ai primi squilibri nella produzione di ormoni, che nella premenopausa e nella perimenopausa si riduce poco alla volta fino alla menopausa.

Se è vero che il progressivo calo ormonale è fisiologico, non vuol dire che certi segnali nei mutamenti del ciclo mestruale siano da sottovalutare.

Perché nella premenopausa il ciclo cambia?

Nella premenopausa (qui trovi il glossario dei termini più comuni per riconoscerla): i valori di progesterone scendono gradualmente determinando, talvolta, l’acuirsi della sindrome premestruale (mal di testa, irritabilità, ritenzione idrica) e successivamente anche la possibile comparsa  di vampate di calore, gonfiore, sbalzi d’umore, insonnia.

Il progesterone è il tipico ormone femminile, quello che per tutta la vita fertile prepara ogni mese l’utero per l’impianto dell’ovulo. È proprio la sua riduzione drastica al termine del ciclo che causa lo sfaldamento della mucosa uterina e quindi il ciclo mestruale.

La menopausa ti gonfia?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni

Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Anche per questo non favorisce l’aumento di peso.


PROVA FEMAL ADESSO

Contemporaneamente, inizia ad essere fluttuante la produzione di estrogeni, gli ormoni femminili coinvolti maggiormente nei meccanismi della transizione verso la menopausa e quindi i diretti “responsabili” di quei piccoli o grandi disturbi che possono darti noia nella premenopausa. Proprio questa fluttuazione nella produzione ormonale determina l’irregolarità dei cicli mestruali, fino alla loro scomparsa definitiva.

>> Qui trovi un utile strumento per monitorare il ciclo durante la premenopausa e prevedere la menopausa.

>> Se vuoi saperne di più, questa è la pagina in cui ti spieghiamo cosa succede ai tuoi ormoni a partire dalla premenopausa.

Ciclo più lungo in menopausa: perché?

Anche questa volta i responsabili sono gli estrogeni: quando c’è un picco nella loro produzione, i cicli mestruali sono lunghi (anche 7-10 giorni) e abbondanti perché l’endometrio si ispessisce e il sanguinamento è più abbondante.

Ogni donna, però, è diversa e per questo non è possibile generalizzare: tu conosci il tuo corpo e il tuo ciclo normale, dunque sai discriminare se un ciclo è più lungo e abbondante di altri avuti in precedenza. Nella mutevolezza dei mesi, delle stagioni e delle condizioni psico-fisiche (anche lo stress o la stanchezza incidono!), una mestruazione più abbondante potrebbe essere normale.

Mestruazioni lunghe: può essere preoccupante?

Un ciclo viene considerato lungo quando la sua durata supera la settimana, e molto abbondante quando è necessario cambiare un assorbente igienico ogni ora (o quando addirittura queste protezioni sono insufficienti a garantire lo svolgimento delle normali attività quotidiane).

Poi c’è il discorso sul piano fisico: sanguinamenti lunghi e abbondanti possono provocare anemia, spossatezza e,  in casi più gravi, possono compromettere la salute della donna. Per questo motivo, se ad un singolo episodio di ciclo lungo o abbondante ne seguono altri, rivolgersi al ginecologo è d’obbligo per tutelare la propria salute.

C’è anche un altro caso da considerare nel valutare l’”eccezionalità” di un ciclo e quindi l’eventualità che sia opportuno indagare più a fondo: quando le perdite ematiche (generalmente in premenopausa sono di colore più scuro, quasi marrone) danno cattivo odore, allora vanno studiate perché potrebbero essere il segnale di un’infezione in corso.

Durante la premenopausa, un aiuto naturale per umore e fisico

In perimenopausa i disturbi possono essere tanti e portare a una situazione di stress. Gonfiori, insonnia, irritabilità, vampate e altri fastidi legati alla sfera intima possono dare noia e portare le giornate a prendere una piega non gradita.

In questi casi, non limitarti a cassare la questione come “normale”: puoi fare molto per il tuo benessere.

Femal è un integratore completamente naturaleprivo di estrogeni e fitoestrogeni. A base di estratto purificato di polline, aiuta a tenere sotto controllo vampate e sudorazioni notturne, insonnia, irritabilità, favorisce il riposo notturno e combatte la stanchezza cronica. Può essere assunto sin dai primi sintomi della premenopausa perché adatto ad un uso prolungato nel tempo. Con un indice di tollerabilità pressoché totale (98%), è adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Ti potrebbe anche interessare:

donna guarda la sua trasformazione
Menopausa

18 ottobre, Giornata Mondiale della Menopausa

Screening e consulenze gratuite, attività di informazione e prevenzione negli ospedali col Bollino Rosa in occasione dell’iniziativa che vuole sensibilizzare le donne over 50 a prendersi cura della loro salute e del loro benessere intimo

I medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.
Medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano

Dottore in scienze motorie

PhD, docente presso Università Ecampus e Università G. D'Annunzio di Chieti

MSL Women Health Shionogi

Medical Advisor Shionogi

MSL & Medical Advisor Shionogi (agosto 18/settembre 20)

Ti stiamo reindirizzando sul sito partner efarma.com dove potrai effettuare l'acquisto.
è verificato e sicuro!
Sarai reindirizzato tra... 5 sec