È vero che in menopausa può aumentare la peluria sul corpo?

21 Marzo 2019
MANTENERSI IN FORMA
aumento della peluria in menopausa

Si avvicina l’estate e la voglia di scoprirsi ma… hai sentito dire che con la menopausa aumenta anche la peluria sulle gambe, sul corpo e persino sul viso. Cosa c’è di vero e cosa è invece leggenda.

Tra i tanti disturbi che possono presentarsi durante la menopausa ci sono anche dei cambiamenti che coinvolgono capelli e peluria, dovuti anch’essi alle fluttuazioni ormonali che caratterizzano questo delicato e particolare periodo nella vita di ogni donna.

È piuttosto comune notare, infatti, oltre alle vampate di calore, disturbi del sonno, tendenza a prendere peso e irritabilità, anche secchezza cutanea, diradamento e assottigliamento dei capelli e la comparsa di una imbarazzante peluria su alcune parti del corpo.

Si può notare un’insolita peluria, ad esempio, sul viso, sulla schiena e sul seno, intorno al capezzolo.

Ma c’entra davvero con la menopausa o può essere dovuto ad altra causa che meriterebbe di essere approfondita? Non c’è dubbio che gli ormoni giochino un ruolo decisivo nella comparsa della peluria, ma sono anche altre le cause che possono concorrere alla manifestazione di questo inestetismo.

Dunque, essendo l’estate ormai prossima, vediamo insieme di cosa si tratta e cosa fare per combatterla.

Irsutismo e ipertricosi: differenze e correlazioni con la menopausa

Prima di parlare di peluria in menopausa, per capire se davvero c’è un legame che veda imputato l’abbassamento di alcuni livelli ormonali, è bene chiarire alcune cose. L’irsutismo non ha nulla a che vedere con un’abbondante presenza di peli diffusa in tutte quelle zone dove sono generalmente presenti, ovvero braccia e gambe. Un eccesso di peli è detto, infatti, ipertricosi ed è una condizione ereditaria, ovvero una caratteristica ben precisa che si ritrova nelle donne a partire dalla pubertà, specialmente nelle donne mediterranee.

In altre parole, non si tratta, nella maggior parte dei casi, di una condizione legata ad uno squilibrio ormonale o ad una patologia.

L’irsutismo, invece, ha a che fare con la comparsa di peluria dove normalmente non è presente in una donna, come ad esempio il mento. Anche se questo disturbo può essere causato dall’assunzione di alcuni farmaci, non vi è dubbio che la causa primaria sia uno squilibrio ormonale. Ecco perché la menopausa può giocare un ruolo chiave, in tal senso, ed essere associata a questa condizione.

Il ruolo degli ormoni nell’aumento della peluria sul corpo in menopausa

La menopausa ti stressa?

Scopri Femal: efficacia, senza estrogeni

Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace sui principali disturbi della menopausa.


PROVA FEMAL ADESSO

Come la maggior parte dei disturbi legati alla menopausa, la ragione della comparsa di peli superflui sul corpo e sul viso è spesso dovuta agli estrogeni, o, per essere più precisi, alla relazione tra i livelli di estrogeni e di testosterone. Quando a predominare sono gli estrogeni, il viso di una donna appare in genere liscio, con pochi peli, per lo più sottili e quasi invisibili. Agli uomini, invece, accade il contrario e i peli sono più lunghi, più grossi e più scuri.

L’ormone chiave che controlla la peluria del viso, ma anche la quantità e la qualità dei capelli, è diidrotestosterone (DHT). Livelli di DHT più alti corrispondono ad un numero più elevato di peli che, in presenza di alti livelli di DHT, diventano più scuri, più lunghi e più consistenti.

Quando la donna è fertile, i livelli più elevati di estrogeni in rapporto al testosterone di solito mantengono bassa la produzione di DHT. Tuttavia, con l’avvicinarsi della menopausa e la diminuzione dei livelli di estrogeni, c’è un aumento del DHT nel follicolo pilifero. È a questo punto che molte donne cominciano a notare la comparsa di fastidiosi peli dove prima non li avevano mai notati.

Le zone più colpite sono labbro, mento, linea della mascella, guance, schiena e l’area intorno al capezzolo. In altre parole, succede qualcosa che non ha nulla a che vedere con la normale peluria che caratterizza le donne a seconda della genetica. Braccia, gambe e ascelle sono infatti zone in cui la peluria tende a diminuire, anche in seguito a ripetute epilazioni o all’uso delle calze.

Altre cause dell’aumento della peluria in menopausa (e non)

L’improvvisa comparsa di peli indesiderati può non essere legata all’imminente o conclamata menopausa.

Una tra le possibili cause è l’assunzione di alcuni farmaci, in particolare cortisone e contraccettivi orali. Pur non essendo una patologia, inoltre, l’irsutismo può esserne un sintomo: può segnalare la presenza dell’ovaio policistico, disturbo dell’apparato riproduttivo femminile, o del Morbo di Cushing, una disfunzione delle ghiandole surrenali.

L’ovaio è detto “politicistico” quando è caratterizzato da un gran numero di follicoli di ridotte dimensioni e inattivi. Questo crea uno squilibrio nella produzione degli ormoni e, di conseguenza, modificazioni del ciclo mestruale, acne, pelle e capelli grassi, caduta di capelli e comparsa di peluria in zone insolite per una donna.

Anche lo stress può causare alterazioni mestruali ed un’anomala crescita di peli. In condizioni di stress, infatti, l’organismo produce alcune sostanze che interferiscono con l’ipotalamo, la parte del cervello che controlla numerose ghiandole che producono ormoni, compreso l’ovaio. In questi casi si riduce moltissimo la produzione degli estrogeni a favore degli ormoni maschili ed è facile notare un’eccessiva crescita di peli.

Diagnosi e soluzioni per la peluria su viso e corpo in menopausa

Se hai superato i 45 e noti un’improvvisa crescita di peli dove prima non c’erano, è importante parlarne con il medico, senza vergogna.

Con una semplice ecografia e, se richiesto, un controllo ormonale, il tuo ginecologo saprà dirti se si tratta della menopausa che si sta avvicinando, se la causa è comunque da ricercarsi in uno squilibrio ormonale legato ad un’altra condizione o se può trattarsi semplicemente di stress.

Nell’ultimo caso, è molto importante imparare a rilassarsi ricorrendo a tecniche che aiutino a eliminare la tensione. Altrettanto utile è praticare una attività fisica non estenuante ma regolare e modificare la dieta, dando spazio a proteine e vitamine per ripristinare l’equilibrio ormonale. Ovviamente, se il problema più impellente è come eliminare i peli che sono ormai già cresciuti e bene visibili, a prescindere dalla causa, le soluzioni a disposizione sono diverse e le conosci certamente già tutte.

Oltre ai metodi tradizionali, come cerette e creme, ci sono anche metodi, ormai consolidati e neanche troppo costosi, che risolvono definitivamente il problema estetico. Laser, elettrocoagulazione e luce pulsata sono tutti rimedi efficaci e a lungo termine, se non addirittura definitivi. L’importante è avere bene a mente che non tutti i trattamenti possono essere adatti ad un caso specifico, che bisogna considerare la zona da trattare e che è sempre bene affidarsi ad uno specialista che sappia consigliarti una soluzione adatta a te e al tuo tipo di pelle.

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.