In palestra per smaltire le ferie e le festività natalizie? Sì, ma attenzione a…

19 Dicembre 2019
MANTENERSI IN FORMA
donna in palestra dopo le feste

Per gestire meglio il lato culinario delle feste natalizie, molte persone si iscrivono in palestra subito dopo Natale o subito prima. Ecco perché potrebbe non essere una grande idea.

Alimentazione e attività fisica dovrebbero andare a braccetto, ma non sono una scorciatoia l’una per l’altra. Per questo motivo, se stai pensando di iscriverti in palestra per sopravvivere alle abbuffate delle feste forse sei sulla cattiva strada… Sei tra queste? In questo articolo ti spieghiamo perché faresti meglio a riposarti e a spostare la tua voglia di sport ad un altro momento.

Perimenopausa, bilancia e la palestra come salvagente?

A maggior ragione se quest’anno sei alle prese con i disturbi della perimenopausa, e magari in lotta con la bilancia, l’attività fisica potrebbe sembrarti l’idea salva-linea per uscire indenne dai cenoni di Natale e Capodanno. Certo, lo sport è un toccasana per il corpo e per la mente (a tutti i livelli e a tutte le età), ma le cose non sono così semplici come a dirsi.

Innanzitutto devi sapere che per smaltire i bagordi di fine anno non basterà qualche ora sul tapis roulant. e non serve iniziare a praticare attività fisica una settimana prima o una settimana dopo.  Pensare di cominciare a fare sport da gennaio e riuscire, come per incanto, a smaltire i chili accumulati durante le feste entro l’estate (la pensano così 7 italiani su 10, fonte Ansa) è poco più di una leggenda metropolitana.

Per essere efficace e mantenere il corpo in forma (e quindi in salute), l’attività fisica deve essere praticata con costanza per tutto l’anno (e se non proprio per 12 mesi, per 10 o 11 sì). Soltanto in questo caso – le più sportive lo sanno – sul corpo non resteranno tracce delle abbuffate di fine anno.

Un simpatico gioco di parole dice una verità inconfutabile: non si ingrassa tra Natale e Capodanno ma tra Capodanno e Natale. Vuol dire che è per 11 lunghi mesi che ci si rovina la linea se non si conduce abitualmente uno stile di vita sano (nel quale devono essere solo un’eccezione -innocua per la linea- quei 4-5 giorni di “sgarri” tra Natale, Santo Stefano e Capodanno).

I benefici di un allenamento regolare durante tutto l’anno

Un allenamento regolare e costante (seppure leggero come può esserlo una camminata veloce con le amiche) è l’unico modo per:

  • aumentare la massa magra (che influisce positivamente sul metabolismo basale)
  • mantenere i muscoli tonici (che anche a riposo ti fanno bruciare più calorie rispetto alla massa grassa)
  • dare una sferzata al metabolismo che fisiologicamente rallenta sia per l’avanzare dell’età che per effetto dei cambiamenti ormonali legati alla perimenopausa.

Diversamente, non illuderti: qualche sudata in palestra tra Natale e Capodanno non avrà gli stessi effetti e non “ingannerà” il tuo metabolismo per aiutarlo a smaltire panettoni, pandori e torroni.

Al movimento devi sempre abbinare un’alimentazione equilibrata e corretta

Se sei nella delicata fase che precede la menopausa, molto probabilmente ti cruccerai davanti allo specchio notando quella pancetta che non hai mai avuto e quella muscolatura rilassata: sembra non starti bene nessun vestito. Questi, lo sai, sono i “punti critici” del corpo di una donna che si sta preparando alla fine della fertilità.

Cosa fare? C’è poco da girarci intorno: per mantenersi in forma in menopausa, quando anche il tuo metabolismo subisce uno “scossone”(in particolare per il crollo dei livelli di estrogeni) e rallenta la sua attività, devi introdurre meno calorie.

La menopausa ti gonfia?

Scopri Femal, efficacia senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro i principali disturbi della perimenopausa.


Prova Femal adesso

Se consumi meno, devi mangiare meno e, soprattutto, meglio, prestando particolare attenzione alla combinazione degli alimenti e ai loro condimenti. Sta tutta qui la “formula magica” che è il cruccio di tante donne. Se hai bisogno di perdere peso devi rivolgerti al nutrizionista. Ricorda: le diete fai-da-te espongono la salute a grossi rischi e sono spesso destinate al fallimento.

In palestra sì ma senza stress per non rovinarti le feste

Fin qui ti abbiamo detto quale dovrebbe essere il tuo stile di vita per tutto l’anno, in modo da non dover temere le abbuffate delle feste, né qualunque altra occasione ti esponga ad una “maratona” culinaria. Se così non è stato nei mesi scorsi, sei sempre in tempo a recuperare. Attenta, però, a non commettere qualche banale errore che potrebbe compromettere la buona riuscita (e il meritato riposo) delle ferie di fine anno.

Non dimenticare, infatti, che la ripresa nel nuovo anno dovrà trovarti piena di energia e non già spossata ancora prima di riprendere i soliti ritmi. Se soffri già di stanchezza cronica o di disturbi del sonno hai bisogno di riposare.

E poi c’è un altro aspetto da non sottovalutare: le feste di Natale sono un’occasione per trascorrere del tempo prezioso con i cari, “vivere” la famiglia nel periodo più magico dell’anno, lontano dalla routine quotidiana fatta di corse tra mille impegni. Ridurle ad estenuanti sedute in palestra e a interminabili mangiate a tavola è quanto di più sbagliato si possa fare se si vuole vivere a pieno il significato delle festività.

Dunque iscriviti pure in palestra come buon proposito da portare avanti per tutto l’anno venturo, ma non fare che questa buona abitudine diventi fonte di stress ulteriore.

5 errori da non commettere se ti iscrivi in palestra durante le feste di Natale

All’inizio, ricominciare a praticare attività fisica dopo tanto tempo potrebbe essere estenuante: la fatica si farà sentire non poco se negli anni in cui hai cresciuto i tuoi figli e sei stata inchiodata ai tuoi impegni lavorativi e casalinghi ed hai avuto uno stile di vita sedentario. I muscoli ti doleranno, scoprirai di avere dei gruppi muscolari dove non immaginavi neppure e forse il fiato corto ti lascerà provata dopo le prime volte.

Tuttavia, è giusto ripartire da qualche parte e tu stai facendo bene a decidere di abbandonare la pigrizia e prenderti cura del tuo corpo (e della tua mente, giacché il movimento aiuta anche la psiche.

Evita di stressare il corpo (e la mente)

Il periodo delle feste può essere davvero stressante tra corse ai regali, cenoni da organizzare (e spesso anche da preparare in cucina) e tanti appuntamenti prenatalizi (leggi qui come sopravvivere indenne alle festività). Per questo motivo, queste potrebbero essere le settimane dell’anno meno indicate per iniziare a praticare sport, sottoponendo il fisico ad un’ulteriore fonte di fatica e stress.

Un buon compromesso potrebbero essere, per iniziare, quello di fare lunghe camminate a piedi (anche per la ricerca dei regali!). In questo modo potrai rinviare (senza troppi sensi di colpa) le sedute di allenamento a quando, finiti i bagordi delle feste, sarai più tranquilla e potrai concentrarti di più sull’attività fisica. Praticarla nel modo corretto è sempre una questione di testa, lo sapevi? Servono disciplina e concentrazione, difficili da trovare tra appuntamenti e party pre e post natalizi.

Evita di farti prendere dalla fretta di “strafare” in palestra

Se vuoi concederti del tempo per “coccolarti” e prenderti cura di te niente di meglio dell’atmosfera rilassante e magica del Natale per scoprire il pilates, lo yoga o se non puoi fare attività fisica anche la mindfulness. Sono tutti approcci dolci che poco alla volta ti restituiranno confidenza con il tuo corpo, fino a che non ti sentirai pronta per misurarti con un’attività sportiva a più alto dispendio energetico.

Evita gli allenamenti fai-da-te

Valuta le tue condizioni di salute e il tuo stato di allenamento: iscriversi in palestra non vuol dire buttarsi il primo giorno in improbabili attività che rischiano di sovraccaricare pericolosamente il tuo apparato cardiocircolatorio esponendoti a grossi rischi per la salute. Ricordati di consultare sempre prima il tuo medico, per sottoporti ad un check up generale del tuo stato di salute, e poi affidati ad un istruttore professionista con il quale mettere a punto il programma di allenamento più adatto per te.

Definisci obiettivi realistici per la tua forma

Se sei determinata a tuffarti in estenuanti circuiti brucia-grassi per poter mangiare senza sensi di colpa durante le feste, sappi che non c’è niente di più sbagliato. I miracoli non esistono e qualunque risultato sportivo va conquistato per gradi. Ci vogliono tempo e costanza per vedere effetti visibili e duraturi dell’allenamento, che deve essere personalizzato e individuato su misura per te da un professionista.

Ascolta il tuo corpo

Vivere la stagione della menopausa, si sa, equivale un po’ a stare su un’altalena: un continuo “su e giù” che regala giorni sì e giorni no. L’attività fisica è un vero e proprio toccasana per tenere a bada i fastidi che potresti avvertire sul corpo: vampate di calore, gonfiori e ritenzione idrica e nella mente sbalzi d’umore, irritabilità, tristezza o umore depresso. Se sei reduce da una nottata difficile tra sudorazioni notturne e insonnia, o senti una stanchezza eccessiva, sentiti pure libera di ascoltare i segnali che il tuo organismo ti invia e decidere di riposare. Basterà una camminata all’aria aperta per saltare senza sensi di colpa l’appuntamento con la palestra.

Quando hai bisogno di un aiuto in più scegli un integratore naturale

Quando senti che hai davvero bisogno di riposare, se ti piacerebbe avere più grinta per affrontare le attività di tutti i giorni, palestra compresa, puoi provare un integratore naturale e efficace creato apposta per le donne che affrontano la perimenopausa e i suoi disagi. Femal può aiutarti a tenere sotto controllo i disturbi più frequenti e farti sentire più attiva e vitale.

A base di estratto purificato di polline, Femal è compatibile con la tua dieta ipocalorica e può essere assunto sin dai primi disturbi della perimenopausa perché adatto ad un uso prolungato nel tempo. Chi ha provato Femal lo consiglierebbe alle amiche e 8 volte su 10 si ritiene soddisfatta o molto soddisfatta del beneficio ricevuto. Con un indice di tollerabilità pressoché totale (98%), Femal è adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline.

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.