Sei in perimenopausa? D’inverno ti serve una vacanza al caldo

6 Dicembre 2019
MANTENERSI IN FORMA
vacanze al caldo

Natale al mare: una vacanza perfetta per molte persone. Ma pochi sanno che un po’ di sole in più, una temperatura più mite e una giusta preparazione prima di partire possono essere un grande aiuto per la gestione dei disturbi tipici del climaterio.

 

Sei in perimenopausa e hai notato le prime avvisaglie del cambiamento, sei alle prese con piccoli o grandi disturbi che ti condizionano la giornata e, a volte, anche la vita di coppia. Il tuo umore fa fatica a decollare (e a volte è un eufemismo) e ci sono giorni in cui proprio non va.

Come se non bastasse è inverno: le ore di luce sono ridotte al minimo e le temperature diventano poco gradevoli. Forse per le vampate è un sollievo, ma per il tuo umore non tanto. Ti sembra di essere sempre stanca, e a tratti apatica.

Allora, perché non approfittare del Natale alle porte per fuggire dal freddo della città e concedersi una vacanza al caldo fuori stagione? Se pensi che un viaggio al caldo d’inverno sia solo uno status-symbol per i più fortunati, trascuri un aspetto importante: il sole caldo e una temperatura mite possono rappresentare una vera e propria boccata d’ossigeno per le signore che come te vivono la perimenopausa.

Com’è possibile, ti chiederai, mentre il solo pensiero della prova costume ti getta nello sconforto?

Leggi questo post e cambierai idea: ecco 6 buoni motivi per cui una vacanza al caldo può aiutarti a gestire i disturbi della perimenopausa.

1 – Prendere il sole fa bene alle ossa (ma con le giuste cautele)

La salute delle ossa in menopausa,  è particolarmente delicata: la ridotta produzione di ormoni, in particolare il calo dei livelli di estrogeni, infatti, può accelerare la perdita di massa ossea e avere conseguenze sul sistema osteo-articolare, con un aumentato rischio di malattie degenerative come osteoporosi e artrosi.  Parliamo di “aumentato rischio”, non allarmarti, perché non è detto che sia la regola: ogni donna è diversa e ogni menopausa presenta caratteristiche diverse, pertanto non è mai possibile generalizzare alcun aspetto di questo importante passaggio.

Il tratto che accomuna tutte (o quasi) in questo periodo, invece, sono i dolori diffusi nella parte superiore del corpo (spalle e braccia). Nulla di meglio, allora, che fare il pieno luce (anche e soprattutto in inverno) per stimolare la produzione di vitamina D e sintetizzare quella assunta attraverso l’alimentazione, fondamentale per il corretto assorbimento di calcio (del quale in questo periodo hai un fabbisogno maggiore pari a circa 1500 mg al giorno).

Allora, se hai la possibilità di volare su una spiaggia lontana, esponiti ai raggi del sole almeno un’ora al giorno scoprendo sia le braccia che le gambe, ma non dimenticare mai la giusta protezione solare sia per il corpo che per il viso. Ricorda che una pelle matura è esposta maggiormente al rischio di macchie.

2 – Avrai voglia di rimetterti in forma per la spiaggia (fuori stagione)

D’inverno la spiaggia ti sembra lontana e allora cedi volentieri a qualche coccola della tavola in più con il ritornello nella testa che ti dice che “ci penserò in primavera”.

Bene: una vacanza al caldo ti mette di fronte alla necessità di risvegliare il metabolismo e mantenerlo attivo durante tutto l’anno. Ne trarranno giovamento anche il tuo sonno e il tuo umore.

Come? Con un po’ di movimento! Il movimento, in più, insieme all’alimentazione, è un altro tassello importante anche per mantenere in buona salute le tue ossa. E non dimenticare che una leggera attività fisica può essere un valido aiuto anche contro la stipsi. Bastano poche e semplici idee “furbe” per sfruttare tutti i vantaggi della spiaggia per prenderti cura del tuo corpo:

  • vinci la pigrizia e passeggia ogni giorno almeno un’ora
  • se sei più sportiva e hai la possibilità di farlo, invece di camminare in città prova a passeggiare nell’acqua (almeno fino al polpaccio, l’ideale sarebbe al ginocchio) in modo da sfruttare il massaggio benefico delle onde, un vero toccasana per la circolazione sanguigna. Se fa troppo freddo, però, desisti
  • se non vedi altre possibilità iscriviti in palestra: ci sono tante proposte adatte a te. Walking leggero, yoga con tutte le sue varianti più orientate al fitness e poi pilates, nuoto, acqua gym e le tante attività da fare in piscina, utili e divertenti.

3 – Sfrutta i benefici del sole per migliorare il tuo umore

L’esposizione alla luce solare, soprattutto in inverno, non fa bene soltanto alla salute delle ossa delle donne in menopausa ma anche all’umore, spesso messo a dura prova dalle fluttuazioni ormonali. Il calo nella produzione di estrogeni, infatti, influenza anche l’attività del cervello e, in particolare, riduce i livelli di serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità”.  Il sole, invece, stimola la produzione di questo ormone che aiuta a combattere la tristezza. La vacanza dura poco, ma sarà un bellissimo tornare felice e abbronzata.

Se la tristezza e la malinconia si fanno sentire troppo, perché sei più stanca o pensierosa, o magari particolarmente a disagio per qualche disturbo legato alla menopausa, allora aiutati con un integratore naturale come Femal.

La menopausa ti stressa?

Scopri Femal, efficacia senza estrogeni


Femal è un prodotto a base di estratto purificato di polline che non contiene isoflavoni di soia e trifoglio rosso che hanno, invece, un effetto estrogenico.
Femal è efficace contro i principali disturbi della perimenopausa.


Prova Femal adesso

Femal è un prodotto naturale a base di estratto purificato di polline, privo di  fitoestrogeni e aiuta a tenere sotto controllo i 5 disturbi principali della menopausa: vampate e sudorazioni notturne, insonnia, irritabilità e stanchezza cronica.  Può essere assunto sin dai primi segnali della menopausa perché adatto ad un uso prolungato nel tempo.

Con un indice di tollerabilità pressoché totale (98%), è adatto anche alle donne con una storia oncologica più o meno recente e ai soggetti allergici al polline perché non contiene allergeni. Portalo con te in valigia: basta una capsula al giorno per ridurre sensibilmente i disagi della perimenopausa.

4 – Bagni in acqua contro le vampate di calore

In vacanza al caldo hai la possibilità di rinfrescarti anche se dovesse arrivare una vampata nel bel mezzo del tuo relax: fai il bagno. L’acqua del mare aiuta a tenere stabile la temperatura corporea. Se soffri di vampate di calore e sudorazioni diurne sai quanto questo sia importante per limitare quegli antipatici episodi in cui senti la temperatura corporea impennarsi (e con essa la pressione arteriosa e il battito cardiaco), diventi rossa in volto e sei “sconvolta” da una sudorazione così intensa da provocarti disagio e imbarazzo.

5 – L’acqua salata ti fa bella

Perdita di tono, colorito spento, possono tornare persino brufoli: in perimenopausa la pelle è messa a dura prova dai costanti e graduali cambiamenti ormonali che precedono la menopausa. Una vacanza al caldo che sfrutti il mix tra sole e acqua di mare può restituire anche al tuo volto un aspetto più sano e vitale ed “asciugare” eventuali imperfezioni della pelle.

Il primo segreto di bellezza, però, sta nell’idratazione: bevi a sufficienza e insieme alle protezioni solari di giorno, di sera non dimenticare di idratare il tuo viso con una crema specifica, meglio se antirughe (qui trovi 7 consigli di bellezza).

6 – Prima di partire preparati così: dieta dell’autunno per la perimenopausa

Se non sei ancora convinta, pensa anche ai benefici che potresti ottenere iniziando un’adeguata “preparazione” alla prova-costume: bastano piccoli e pratici accorgimenti a tavola per sentirti più leggera e meno gonfia.

La stagione autunnale in questo senso, ti viene “in soccorso” perché ti regala prodotti perfetti per combattere i disturbi della perimenopausa e soddisfare il tuo particolare fabbisogno di vitamine e sali minerali: zucca, funghi, radicchio, broccoli, cachi, noci. (Clicca qui per scoprire la dieta dell’autunno in perimenopausa).

Insieme ad un corretto regime alimentare, non dimenticare la giusta idratazione dall’interno: bevi almeno 2 litri d’acqua al giorno (anche 3, se opti per una vacanza in paesi dalle temperature tropicali). Bere, inoltre, ti aiuta a combattere i gonfiori e la ritenzione idrica, a ridurre il senso di fame e favorire il senso di sazietà e a tenere sotto controllo vampate di calore e sudorazioni notturne.

Ti abbiamo convinta a partire? Quella che stai attraversando è una fase naturale della vita di ogni donna, sforzati di viverla al meglio e di prenderti cura del tuo benessere e della tua salute anche cominciando dalle cose più apparentemente “distanti” dalla menopausa come una vacanza invernale al caldo. 

Se hai deciso di partire, l’ultimo consiglio è questo: ecco come preparare la valigia perfetta per te.

Condividi questo articolo:

Perchè scegliere Femal

Femal è un integratore non un medicinale, e già dopo due mesi di trattamento costante con 1 capsula al giorno apporta un miglioramento significativo dei 5 disturbi della menopausa. L'ottima valutazione del prodotto da parte delle donne che già lo utilizzano è una garanzia di successo.